Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

La visione cromatica dei pesci
(1 Online) (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1
ARGOMENTO: La visione cromatica dei pesci
#79961
La visione cromatica dei pesci 4 Anni, 10 Mesi fa  
La luce solare pur essendo composta da diverse lunghezze d'onda è una radiazione elettromagnetica che di per se non ha alcun colore.
La caratteristica fisica di questa radiazione è la lunghezza d'onda e la sua energia.
Nell'uomo la sensazione del colore è creata nel cervello nell'area V4 della corteccia visiva che interpreta i segnali inviati dai fotorecettori della retina. Il colore perciò è una illusione mentale, una codifica del cervello umano per ogni lunghezza d'onda, come un'etichetta su un prodotto!

Il colore non è una proprietà del mondo fisico, ma una interpretazione del cervello

Il cervello dei pesci è molto diverso da quello dell'uomo, non avendo evoluto la neocorteccia a sei strati di neuroni caratteristica solo dei mammiferi, dove noi rappresentiamo ciò che l'occhio percepisce del mondo esterno attraverso le radiazioni elettromagnetiche riflesse dagli oggetti.

Mammiferi, rettili e uccelli (vertebrati amnioti) discendono da un antenato comune che è vissuto circa 320 milioni di anni fa. Questo progenitore però non lo è anche dei pesci che appartengono a un altro ramo dell'albero della vita.

La lontananza evolutiva tra noi e i pesci rende difficile la comprensione di come il loro cervello interpreti le onde elettromagnetiche e di conseguenza i colori.

Nel mio libro descrivo l'anatomia e il funzionamento dell'occhio del pesce che in una analisi comparata con l'occhio umano mostra differenze e similitudini, ma l'organo che riceve, raccoglie, le informazioni luminose è solo uno strumento biologico per captare le onde elettromagnetiche. Solamente il cervello da un senso alle immagini che si sono formate sulla retina.

Non sappiamo come <vedono> i pesci ne come interpretano i colori, o se hanno la stessa nostra codifica per le varie lunghezze d'onda. L'errore che può fare in questo caso il biologo è l'antropizzazione di un fenomeno sconosciuto!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10060
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 15/08/2019 19:00 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1