Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

Nel Mediterraneo è arrivato l'inverno
(1 Online) (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1
ARGOMENTO: Nel Mediterraneo è arrivato l'inverno
#76825
Nel Mediterraneo è arrivato l'inverno 6 Anni, 6 Mesi fa  
Chi ha avuto l'occasione di immergersi in questi giorni avrà notato un cambiamento: l'acqua del mare è molto più fredda dei giorni precedenti ed è comparsa una sospensione lattiginosa che rende difficile l'avvistamento del pesce che si trova lontano più di 6/7 metri dall'occhio del pescatore.
E' in atto <l'inversione termica>: gli strati d'acqua vicini al fondo sono più caldi degli strati superficiali che a contatto con l'aria fredda notturna possono raggiungere anche i 10 °C. L'acqua calda è più <leggera> e sale verso l'alto mentre l'acqua degli strati superficiali affonda. In questo moto convettivo si sollevano anche i sedimenti depositati sul fondo (frutto del filtraggio dei vari animali detrivori che popolano il substrato), sono questi depositi che rendono l'acqua lattiginosa: facendo l'aspetto più in profondità e guardando verso l'alto si noterà come una nebbia che invade la colonna d'acqua.
Altro cambiamento sempre connesso alla temperatura dell'acqua del mare è l'allontanamento dei pesci dal basso fondo fino a qualche mese fa ricco di vita: i pesci come i rettili sono animali a sangue freddo (assumono la stessa temperatura corporea dell'ambiente nel quale sono immersi), il loro metabolismo alle basse temperature si riduce, quindi se possono si allontanano dagli strati freddi, tranne alcune specie adattate alle basse temperature.
Oggi dopo qualche centinaia di metri all'agguato nel basso fondo, non avendo realizzato alcun avvistamento, ho spostato le immersioni su fondali profondi 15 metri e ho notato subito un cambiamento: branchi di saraghi fasciati, occhiate col caratteristico <entra esci> all'interno delle spaccature nelle franate di roccia, e un branco di corvine.
Catturata una corvina e un sarago fasciato sono rimasto sorpreso nel notare, eviscerando i pesci, che avevano le sacche ovifere in formazione molto lontano dal loro periodo riproduttivo. Le acque molto calde delle settimane precedenti hanno alterato i cicli riproduttivi di queste due specie.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10060
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#76827
Re: Nel Mediterraneo è arrivato l'inverno 6 Anni, 6 Mesi fa  
Ho notato che a largo della costa, su una batimetrica di 26 mt, sono entrate le orate che si spostano in branco e quelle che ho preso erano ovate purtroppo.
La cosa che mi incuriosisce è che nel branco non c'erano pezzature oltre il kg e mi chiedo se sia possibile che le orate scelgano il sesso in base alla densità di maschi e femmine come si suppone per le cernie.

Chiedo l illuminazione a giorgio.
riccardo monni
Saber 100
Messaggi: 197
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#76832
Re: Nel Mediterraneo è arrivato l'inverno 6 Anni, 6 Mesi fa  
Le orate sono una specie ermafrodita proterandrica: ha i gameti maschili e femminili ma sviluppa prima quelli maschili.
In pratica sotto il chilo di peso l'orata è maschio, quando lo supera è femmina.
In questa stagione si riuniscono in grossi branchi per la riproduzione , difatti non la incontriamo più nel sotto-costa, ma più in profondità in posti particolari dove avviene il rito riproduttivo (quasi sempre su secche al largo della costa).
L'osservazione di Riccardo è insolita e va interpretata nel successo evolutivo di questa specie (al contrario della spigola): è possibile che in assenza di grossi individui le piccole orate (maschi) accelerino il passaggio a femmine. Questa anomalia (così dichiarata dai biologi marini) è stata già riscontrata nella cernia (negli anni 80 ho catturato numerose cernie oltre i venti chili di peso che erano femmine mentre sarebbero dovute essere maschi ).
Riassumo dicendo che l'ermafroditismo nei pesci è ben lungi dall'essere studiato e compreso completamente.
L'altro giorno ho catturato un'orata di più di un chilo con sacche ovifere microscopiche.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10060
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1