Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

colazione
(1 Online) (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 123
ARGOMENTO: colazione
#1413
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
grazie nicola, queste brevi e specifiche nozioni mi torneranno sicuramente utili
( figurati che al mattino spesso bevo latte e magio frutta...)
pietro
Sado Maso
Messaggi: 5
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Località: olbia Compleanno: 09/21
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2430
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
Quest'argomento e' molto interssante e secondo me si presta a diverse considerazioni.
Oltre a pescare pratico ciclismo facendo gare anche di lunga durata (6-8 ore) che impongono una particolare cura all'alimentazione.Al di la delle abitudini personali nelle prove di lunga durata credo che piu' della colazione sia importante il pasto serale precedente,io tendo ad abbracciare la scuola che preferisce partire con il "serbatoio pieno e lo stomaco vuoto".Nel caso la prestazione si esaurisca in 2/3 ore non credo sia utile assumere nulla,poiche' i tempi di assorbimento non sarebbero congrui.
In caso di tempi piu' dilatati degli zuccheri a rapido assorbimento sono utili e personalmente li preferisco associati ad un'integrazione idrica tenendo comunque presente che per rapidi che siano non danno effetti cosi' tempestivi come si crede.
Per quanto mi riguarda affrontare una pescata a stomaco vuoto non e' una scelta dovuta a problemi di digestione (digerisco anche i sassi) ma tale condizione mi da delle sensazioni decisamente positive e ho la percezione che il digiuno aiuti a far riaffiorare il Cacciatore primordiale che e' in noi.
Una cosa che poi vorrei sapere e se qualcuno e' in grado di quantificare con una certa precisione il consumo calorico di un pescatore subacqueo fermo restando le numerose variabili in gioco.
Doctor
Super Jedi
Messaggi: 349
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2434
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
Appartenevo alla categoria di pescatori che facevano colazione con cappuccino e "bomba" fritta piena di crema. Nonostante la mia esperienza di nuotatore agonista anche se di livello mediocre e quella di 12 anni come allenatore di nuoto, nella attività della pesca (mi riferisco a trenta anni fa) non seguivo alcuna dieta.
Poichè restavo in acqua 7/8 ore e perdevo anche due chili di peso corporeo mi concedevo questa colazione tossica e abbondante.
Negli anni è aumentata la quota profonda delle mie pescate e si è perfezionata la tecnica di preparazione dell'apnea con la respirazione diaframmatica che è impossile fare a stomaco pieno...
Da lì a sono passato a non fare colazione prima di andare a pescare con enormi vantaggi.
C'è da sottolineare che sono un pescatore molto allenato ho ridotto le ore di pesca ed ho sopperito alla colazione con una buona cena.
Quindi come ha precisato Nicola l'alimentazione prima della pesca è fatta di scelte soggettive da mettere a punto con il proprio organismo , conoscendolo e sapendone interpretare i messaggi
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10063
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 23/12/2009 14:07 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2440
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
Quello che dice Giorgio e' vero pero' va detto in ambito alimentare in generale e nell'alimentazione dello sportivo in particolare esistono tante "leggende metropolitane" che vanno contro il piu' comune buonsenso.
Il Marketing fa il resto e lo dice un diabetologo che nel 2010 sente ancora parlare di uva e mele per diabetici e quant'altro.....
Doctor
Super Jedi
Messaggi: 349
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2449
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
L'alimentazione dello sportivo è soggetta a moltisime variabili, anche di natura psicologica (ci sono atleti che "sentono" moltissimo la gara per cui non digeriscono nulla!) per cui dogmi ne esistono ben pochi. Almeno uno è, nel caso di impegni prolungati e di buona intensità soprattutto in ambienti caldi, l'integrazione con liquidi e zuccheri (maltodestrine o comune zucchero da cucina). Ovviamente se la prestazione è prolungata ma ha l'intensità di una scampagnata......un pò d'acqua e un frutto vanno più che bene.
Per quello che riguadra impegni di una buona intensità che durino più di 1,5-2 ore è giusto il concetto di partire a serbatoio pieno; in questo caso più della sera precedente sono importanti i tre giorni precedenti dove dovremmo fare il "carico di carboidrati"; rimane però fondamentale l'integrazione con acqua e zucchero durante l'attività, con frequenza che dipenderà da fattori ambientali (caldo, freddo, afa ecc), tecnici (vicinanza di una salita da affrontare a tutta, impossibiltà di assumere una razione liquida o solida ecc) e psicologici. Il rischio di non integrazre con acuqa e zucchero è che il motore prima rallenta i giri e poi si ferma!
Integrazione con aminoacidi, sali ecc: molto buona per chi li vende.
nicola
Saber 90
Messaggi: 88
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio Località: Massa Compleanno: 11/18
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2454
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
Hai perfettamente e doppiamente ragione,le variabili in gioco sono molteplici e la maggior parte dei prodotti per la reintegrazione possono essere sostituiti tranquillamente con quello che abbiamo in casa ma come dicevo il marketing fa miracoli,quando ero in medicina dello sport con il prof Vecchiet andava di moda la Carnitina...Purtroppo c'e' da dire che lo sportivo,agonista o amatore e' disposto a credere a chiunque purche' gli si faccia balenare la possibilita' di migliorare le prestazioni.
Se mi permetti una puntualizzazione H20 e zucchero vanno benissimo ma occorre frazionarne l'assunzione in piccole quantita' pena il rischio di ipoglicemie reattive.
Sugli aminoacidi ramificati c'e' tanta di quella letteratura che potremmo parlarne per ore.Credo che l'unico effetto che possiamo attribuire loro sia forse quello di migliorare il recupero muscolare dopo allenamenti strenui e non di piu',fermo restando che tra le diverse formulazioni ci sono differenze sostanziali.
Cmq per alcuni di essi sono in corso studi che sembrerebbero aprire interessanti prospettive nell'ambito di alcune patologie.
Per quanto riguarda le crisi posso assicurarti che pur essendo del mestiere e quindi teoricamente preparatissimo in alcune "Nove Colli"
sono arrivato letteralmente finito nonostante carico di carboidrati,timing dei rifornimernti e periodizzazione della preparazione.Comunque non demordo e mi sono gia' iscritto alla prossima.

Ciao
Doctor
Super Jedi
Messaggi: 349
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2455
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
E' vero! L'integrazione liquida con zuccheri deve essere "dosata" con cura. Un'indicazione, come dice Giampietro, potrebbe essere quella di bere ogni 15-20 minuti una soluzione zuccherina al 5-6% in quantità di circa 120 ml alla volta (qualcosa di meno di un bicchiere da vino). Ovviamente queste sono prove che l'atleta deve fare durante le sedute di allenamento o nella simulazione di gara, in modo da arrivare alla gara con tutte le cose al posto giusto.
Per quanto riguarda gli aminoacidi il Marketing è troppo forte, ma purtoppo le dialisi si stanno riempendo di "atleti".
Come dici gli aminoacidi ramificati, in ambito diabetologico sembrerebbero avere un ruolo nel migliorare l'assorbimento del glucosio (se non ricordo male da quanto detto dal prof. Luzi all'ultimo congresso SINU a Firenze qualche giorno fa....la memoria comincia a calare, se mai c'è stata! ); ma questo con gli atleti ha ben poco a che fare. Dopo l'allenamento una bella fetta di pollo o tacchino o ancora meglio un bel branzino posso fare al caso nostro!
nicola
Saber 90
Messaggi: 88
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio Località: Massa Compleanno: 11/18
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2461
Re:colazione 14 Anni, 6 Mesi fa  
Io da sempre.........4 fette biscottate con miele
mosgi

L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2913
Re:colazione 14 Anni, 5 Mesi fa  
nicola ha scritto:
E' vero! L'integrazione liquida con zuccheri deve essere "dosata" con cura. Un'indicazione, come dice Giampietro, potrebbe essere quella di bere ogni 15-20 minuti una soluzione zuccherina al 5-6% in quantità di circa 120 ml alla volta (qualcosa di meno di un bicchiere da vino). Ovviamente queste sono prove che l'atleta deve fare durante le sedute di allenamento o nella simulazione di gara, in modo da arrivare alla gara con tutte le cose al posto giusto.
Per quanto riguarda gli aminoacidi il Marketing è troppo forte, ma purtoppo le dialisi si stanno riempendo di "atleti".
Come dici gli aminoacidi ramificati, in ambito diabetologico sembrerebbero avere un ruolo nel migliorare l'assorbimento del glucosio (se non ricordo male da quanto detto dal prof. Luzi all'ultimo congresso SINU a Firenze qualche giorno fa....la memoria comincia a calare, se mai c'è stata! ); ma questo con gli atleti ha ben poco a che fare. Dopo l'allenamento una bella fetta di pollo o tacchino o ancora meglio un bel branzino posso fare al caso nostro!


Da premettere che non sno nutrizionista ne dietologo, ma sono un allenatore ed un ex atleta di atletica leggera.

In periodi di gara ho avuto modo di provare varie scuole di pensiero relativamente al cibo ed agli integratori.
Ho preso un po di tutto tra cui gli aminoacidi, che rifacevo pari pari con l'urina, che ne prendeva l'odore(quindi i reni ne soffrivano molto).
Ho notato che i benefici nella performance che questi prodotti danno sono molto limitati, per avere dei veri e propri salti di performance si deve far ricorso a ben più illegali sostanze, cosa che sinceramente non ho mai tollerato (infatti non ho mai eccelso nelle gare ma ancora riesco a passare una notte a divertirmi nel letto).
Per esperienza diretta posso dire che qualunque sostanza andiamo a prendere, se non la consumiamo con l'attività fisica, ne va in gioco la salute principalmente di reni e fegato, poi di altri organi.
Il periodo in cui andavano tanto di moda le proteine nelle palestre, ricordo che tanti ragazzi, palesemente ectomorfici, ne facevano un abuso, credendo che proteine e creatina facessero aumentare la massa muscolare.
Tanti di quei ragazzi oggi hanno un fegato da alcolista pur non avendo mai bevuto.

Insomma, l'integratore è inutile all'uomo medio, anche quelli di sali minerali, il fabbisogno necessario di sali minerali lo prendiamo dalla normale acqua che beviamo, il resto è solo regalare i soldi alla gatorade.

Prediligiamo cibi di qualità, cerchiamo di evitare grossi lassi di tempo senza ingerire del cibo e, sopratutto, evitiamo di mangiare in modo smodato prima dell'immersione.

P.S. Ho passato il capodanno con Nicola, abbiamo mangiato una roba come 10kg di carne di maiale in 2 giorni, qualche kg di zuccheri, alcool, merdate varie...se lo sapessero inostri clienti...
dnlzmp
Saber 110
Messaggi: 673
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio dnlzmp zampadan@hotmail.com Località: Rom Compleanno: 09/24
Saber 100 n°28
MiniMiniJedi n°0
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#2917
Re:colazione 14 Anni, 5 Mesi fa  
dnlzmp ha scritto:

.......... il fabbisogno necessario di sali minerali lo prendiamo dalla normale acqua che beviamo, il resto è solo regalare i soldi alla gatorade.

Prediligiamo cibi di qualità, cerchiamo di evitare grossi lassi di tempo senza ingerire del cibo e, sopratutto, evitiamo di mangiare in modo smodato prima dell'immersione.

P.S. Ho passato il capodanno con Nicola, abbiamo mangiato una roba come 10kg di carne di maiale in 2 giorni, qualche kg di zuccheri, alcool, merdate varie...se lo sapessero i nostri clienti... [/quote]

Ma chi, io???? Ma quando mai!!!!! Pasta in bianco a pranzo, lattuga, e la sera dell'ultimo dell'anno carote lesse!
nicola
Saber 90
Messaggi: 88
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio Località: Massa Compleanno: 11/18
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 123
Moderatori: Giospyren