Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze.
(2 Online) Alberto 99, (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 12
ARGOMENTO: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze.
#87900
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 2 Settimane fa  
Alfredo90 ha scritto:
Osvaldo capisco il tuo discorso, ma dato che il pesce è rarefatto e inabissato, si è costretti ad andare a certe quote se si vuole pescare come si deve! D’accordissimo anch’io che molti soggetti su YouTube danneggiano la nostra immagine, ma non siamo noi pescatori subacquei la causa della mancanza di pesce

No, certamente non siamo noi i responsabili maggiori della rarefazione ittica, questo è certo.
Però, anche andare sempre più fondi ha un suo limite "etico": a certe quote io penso che il pesce andrebbe lasciato in santa pace altrimenti lui si adeguerà andando sempre più giù dove, finalmente, nessuno di noi potrà arrivare, non sei d'accordo? Già adesso la presenza di saraghi, corvine e cernie di taglia è evidente... vuol dire che dovremo sparare i serra ed i barracuda, sempre assai numerosi.
osvaldo
Saber 90
Messaggi: 91
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#87901
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 2 Settimane fa  
Molti di voi conoscono la mia dichiarata ostilità per la pesca in tana, tecnica che non ho mai voluto sviluppare ritenendo che sia giusto lasciare un'ultima via di salvezza al pesce che stiamo insidiando. Io pesco senza torcia subacquea ...
Questa è la mia etica !
Ma non lo deve essere per tutti: ognuno di noi cerca nell'attività della pesca subacquea intime soddisfazioni che dipendono dalla propria sensibilità e dato che siamo tutti diversi uno dall'altro ...

Per questa ragione non mi trovo in sintonia con gli interventi di Osvaldo e Gabriele. Nel nostro forum scrive un pescatore <profondista> che cattura cernie a grande profondità. Prende un pesce e basta!
Non è certo per colpa sua che la cernia bruna ha sprofondato le sue abitudini.
E' una pesca che non mi piace praticare come non mi piace la pesca al wahoo che si pratica in oceano : ore ed ore ad aspettare che un branco di questi pesci venda a curiosare i flasher di richiamo.

Ognuno deve sentirsi libero di catturare il pesce con le tecniche consentite che preferisce: il mare è libertà .

Rileggetevi l'articolo che ho scritto sulla cernia bruna per capire i limiti delle cose che avete scritto su questo serranide!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10059
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#87902
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 2 Settimane fa  
Ok Giorgio, è verissimo, ognuno ha una sua sensibilità ed una sua etica, io non voglio imporre nulla. Ne parlo solo dal mio personale punto di vista. Poi onore a chi è capace a prendere pesci in profondità: non è la mia pesca ma ha tutto il mio rispetto. Però.... almeno l'uso dei micidiali ecoscandagli attuali, del motorino che ti blocca sul punto esatto della verticale ed anche (sempre a mio modo di vedere) della zavorra mobile, non riesco proprio a vederli come mezzi "sportivi". Massimo rispetto per tutti però perchè nessuna legge ne vieta l'uso. Io non li userei, così come non pesco in tana e, come te, non mi porto appresso nemmeno la torcia. E (a parte quando ero un fringuello giovanissimo, giusto una decina di volte) non ho mai usato la fiocina.

Osvi

PS: a riprova del mio strano modo di agire in mare.... oggi era pieno zeppo di pesce come non ne vedevo da tanto: ricciolette, branchi di saraghi enormi, orate a manetta, anche grosse, dentici, cernie, di tutto insomma. Eppure, appena mi sono reso conto di essere arrivato ai cinque chili consentiti (e nonostante ci fosse tanto da pescare), dopo solo 90 minuti sono uscito dall'acqua.

PS2: prima che si critichi la taglia.... la cernia è a norma e ha fermato la bilancia a 3 kg spaccati.
osvaldo
Saber 90
Messaggi: 91
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 03/10/2023 16:17 Da osvaldo.
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#87903
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 2 Settimane fa  
Ciao a tutti Ragazzi!
Io sono uno di quelli che insidia i pesci in profondità…
Per me è importante individuare gli spot che io definisco oasi, nei quali trovo
Più esemplari e prelevare solo un pesce possibilmente fuori tana,
Evito quasi sempre (a meno che non ci siano occasioni particolari) di sparare le cernie che non superano gli 8-10kg,
Ma non perché mi facciano pena, ma esclusivamente perché i giovani esemplari
Sono femmine ed uccidendo queste si compie il vero danno…
Uccidere cernie così giovani significa sacrificare fino a 400.000 uova per ogni
chilogrammo di peso della “mamma”!
La cernia che per esempio hai postato, legislativamente parlando è a norma,
Ma scientificamente non ha compiuto neanche un ciclo riproduttivo, quindi
A volte è meglio ragionare in maniera scientifica per poter salvaguardare la specie…
Come dice Giorgio l’etica è una cosa molto personale, che si può basare sulla vena emotiva
Del cacciatore o su un aspetto più scientifico della specie…
fapnea
Saber 110
Messaggi: 848
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 04/10/2023 07:14 Da fapnea.
Fabrizio
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#87905
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 1 Settimana fa  
Massimo rispetto per chi, come te, preleva solo il giusto. Tra l'altro io non ce l'ho affatto con la pesca profonda (anche se mi resta il dubbio che con questa certe specie di pesci vadano via via a sprofondare sempre più), che ha una sua etica ed una sua valenza. Anzi, ne ammiro il gesto tecnico, che io non sono in grado di emulare, anche per via della mia età non più tenerissima . Non amo invece, e questo lo confermo, l'utilizzo della zavorra mobile.
La cernia della foto è una cattura per me rarissima e, a mia discolpa, ammetto di aver sparato in una frazione di secondo; l'ho avvistata da galla che sgattaiolava tra due spacchi. Tiro al volo DALLA SUPERFICIE, vedevo solo una porzione di corpo e mi pareva anche ben più grossa. Capita di sbagliare la valutazione. La soddisfazione è stata prendere un bell'esemplare in due metri d'acqua, segno che ho ben appreso i "comandamenti" di Giorgio sulla pesca dalla superficie.

Cordialmente, Osvi.
osvaldo
Saber 90
Messaggi: 91
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 05/10/2023 10:47 Da osvaldo.
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#87906
Re: Dove va la P.i.A.? Nuove tecniche, nuove tendenze. 8 Mesi, 1 Settimana fa  
Vorrei precisare che prendere una cernia a 40 mt non è comunque semplice e non sono pesci tranquilli… la “tranquillità” del pesce dipende da tanti fattori dove la profondità non è sempre il primo motivo, anzi, dipende da una serie di fattori ambientali, dall approccio del subacqueo e dalla capitalizzazione della preda delle esperienze passate e tantissimi altri fattori. Pescare a sgancio a quelle quote vuol dire fare 10 tuffi in una giornata dove se sei fortunato porti su un pesce e poi vai a casa perchè sei sfinito.
Le cernia ha dimostrato negli anni un adattamento ambientale impressionante ed è dimostrato dalla quantità di cerniotte che girano nelle secche, complice anche la sua spiccata intelligenza.
Con grande sorpresa mi è capitato di prelevare una cernia di buone dimensioni e trovarne un altra nella stessa tana nella stessa giornata…
Ognuno sceglie la tecnica che più gli aggrada ma sicuramente non ai creeranno mai i danni che fa il cianciolo o la pesca ai ricci oppure lo strascico che a ogni calata distrugge quintali di novellame.
Per quanto riguarda i fucili, anche li sono scelte…. Questi “cannoni” da 2000 euro non sono assolutamente cannoni e sono stati fatti degli studi a riguardo ma anche se fosse, ben venga il mercato libero… il vero problema della rarefazione del pesce è da attribuire alle scelte politiche sulla pesca professionale, gestione dei parchi e tanti altri fattori quali inquinamento ecc…
Politicamente non c è interesse alla tutela della fauna e la dimostrazione è nella
Gestione dei parchi dove l unico interesse è far girare denaro.
Da poco ho sentito una proposta di legge dove vogliono far pescare i ricci tutto l anno avete idea del danno che si andrebbe a creare? Altro che cernia bianca a 40
Mt.
riccardo monni
Saber 100
Messaggi: 197
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 12
Moderatori: Giospyren