Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

La violenza sulle donne
(3 Online) cacopardo61, lorenzo 87, (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1
ARGOMENTO: La violenza sulle donne
#88271
La violenza sulle donne 2 Mesi, 4 Settimane fa  
Un articolo relativo alla violenza maschile sulle donne ( Corriere della sera) mette in evidenza che oltre ad essere sottopagate rispetto agli uomini le donne sono poco informate sulle questioni economiche quindi delegano agli uomini tutte le questioni finanziarie perdendo così l'indipendenza economica.

E' il <tormentone>> di questa fine dell'anno, ma per me siamo arrivati ad una esasperazione del problema, due casi che mi riguardano lo dimostrano:

1) Mia sorella Giovanna è stata l'amministratrice della Dapiran SRL. Essendo ragioniera prima che farmacista è competente in amministrazione e gestione di situazioni economiche. Tiene tutta la contabilità della famiglia (dichiarazione dei redditi compresa), il mio capitale di risparmio è cointestato anche a lei perché ne ho massima fiducia.

2) Nel 1987 la vicina di casa con la quale avevo avuto una storia sentimentale mi brucia la casa. Il sostituto procuratore della Repubblica mi dice che sono stato fortunato perché chi soffre di questo disturbo mentale di solito, nell'atto finale, brucia il nemico. Sul quotidiano locale appare il titolo <Attrazione fatale a Porto Rotondo>.

Se da un punto divista statistico i <femminicidi> sono superiori in numero agli omicidi o da altre forme di violenza nei confronti dei maschi non ne farei un problema sociale come stanno facendo la maggior parte degli opinionisti. Viviamo in una società violenta dove la frustrazione dell'abbandono in una coppia può provocare reazioni <malate> da una parte o dall'altra.

Personalmente sono molto più preoccupato delle morti sul lavoro e non voglio indagare se nella statistica rischiano di più gli uomini o le donne ...
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10007
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#88273
Re: La violenza sulle donne 2 Mesi, 4 Settimane fa  
Maestro, penso che la violenza sia ormai trasversale interessando sia uomini che donne, come dimostra sia la sua esperienza personale, sia tante altre storie che conosco di parenti e amici.

Le donne conoscono bene e meglio degli uomini spesso chi hanno di fronte , quindi non voglio giustificare i femminili , ma sarebbe buona cosa evitare relazioni con individui poco sensibili e poco definibili uomini nel senso di essere umano.
MarcePut
Mini Mini Jedi
Messaggi: 24
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#88277
Re: La violenza sulle donne 2 Mesi, 3 Settimane fa  
Buongiorno,
a fatica, fortemente combattuto ma voglio manifestare il mio pensiero in ordine al tema "femminicidio".
Eh, faccio fatica persino da dove/come cominciare.
Non potendo scrivere un "poema", provo a partire dagli elementi storici.
Uno su tutti: sino al 1946 la donna non votava.
Quindi un cittadino con diritti affievoliti, diciamo.
Dagli archivi storici di Stato, risulta che l'elettorato attivo fu conferito in occasione del referendum monarchia-repubblica, convinti che avrebbero votato in massa repubblica.
Niente di più illusorio: risulta che le donne votarono massicciamente monarchia.
Detto ciò, provo a venire ai giorni nostri.
Subito un'affermazione forte: tra 20/30 anni ci sarà la "rivoluzione maschile".
Oggi il genere maschile è in via di estinzione.
Non c'è un essere uomo che non sia annichilito, accucciato dallo strapotere della donna.
Ho coordinato un gruppo di 24 collaboratori: 8 donne, di cui solo una poteva definirsi essere umano. Il resto arroganti, sbarellate, tutto sigarette, cellulare, estetista e perennemente "distrutte".
E gli uomini a portare il carrello della spesa.
La mia ex, di professione magistrato, afferma che oggi i femminicidi si connotano per l' "efferatezza", ovvero la caratteristica dell'omicida d'infierire sul corpo già finito, morto.
Dimostrerebbe, a suo dire, non l'omicidio d'impulso per questioni di traffico (il cric in testa) ma l'esplosione della violenza per la libertà negata, il rispetto mortificato quotidianamente, come uno stillicidio.
Per concludere gli elementi che porteranno alla "rivoluzione maschile", faccio osservare che due cardini dell'impianto dello Stato, ovvero magistratura e sanità, sono per l'80% governati da donne.
Mi fermo qui: quando affermo queste riflessioni, vengo guardato dalle donne con istinto omicida...
Un abbraccio
antonio
antonio
Saber 90
Messaggi: 151
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#88278
Re: La violenza sulle donne 2 Mesi, 3 Settimane fa  
Qualunque difetto comportamentale non giustifica mai il femminicidio!
Non sopporto l'atteggiamento vittimistico delle donne fatte passare succubi della violenza maschile. L'uomo che <mena> si conosce già da prima che faccia partire un ceffone, c'è da chiedersi perché sia stato scelto.
La violenza è alla base della nostra società non solo dell'uomo nei confronti della donna. Il maschio violento lo è anche nei confronti degli altri maschi. Il ricco lo è nei confronti del povero ... La personalità <alfa> ( maschile o femminile) lo è nei confronti di chi non ha l'esigenza di prevalere sul prossimo.
Son molti di più i morti sul lavoro eppure se ne parla poco, il femminicidio di Giulia è da 10 giorni sulle prime pagine dei quotidiani, siamo sicuri che è un deterrente a commettere altri femminicidi, o può essere una forma di pubblicità per vendicarsi della <manipolazione> femminile?
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10007
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1
Moderatori: Giospyren