Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

Acufene & Apnea
(1 Online) (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 12
ARGOMENTO: Acufene & Apnea
#45373
Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Buongiorno a tutti! Scrivo in questa sezione del forum perché mi sembra decisamente la più attinente al campo della otorinolariongoiatria, e dunque vicina all'argomento da trattare.

Si parla dell'acufene: un simpatico fischio in testa che, a meno di cause transitorie, una volfa arrivato non se ne va più!

Soffro di questo disturbo da un anno ormai e sono riuscito a metabolizzarlo una volta accettato come incurabile. La prima settimana di quando quest'aereo decise di parcheggiare nella mia testa fu veramente difficile, ma in seguito riuscii a non farci più caso (quasi) ed accettarlo serenamente.

Facendo una breve anamnesi del mio caso dirò che: ho sofferto di otite da piccolo come pochi, finché dai nove anni a due estati fa non si ripresentò un solo caso (oggi ne ho 25)! Trascorso un mese a Bali a base di surf mi venne un otite che curai male perché non volevo stare a casa e perdere tempo con gli antibiotici, ma buttarmi in accqua con il surf.. Il risultato fu che, oltre ad essermi fatto circa undici ore di aereo con due orecchie visibilmente gonfie e doloranti (esperienza che sconsiglio!!!!) mi si è abbassato un pò l'udito.

Tornato a casa e trattato il morbo una volt per tutte, sembra essere tutto a posto a parte che ci sento un pochino in meno.

Nell'inverno successivo, a frbbraio, contraggo uno stato influenzale che ricordo mi lasciò questo regalino..
Non ero raffreddato, ma sentivo una forte sensazione di pressione in testa ed un giorno, mentre provavo a studiare, arrivò lui..!
Fatti dovuti esami, compresa una risonanza per scongiurare le ipotesi peggiori (...), l'otorino mi disse che non avevo problemi che causavano l'acufene, dunque assenza di cause transitorie, dunque "si metta l'animo in pace, non si può fare nulla". Bene!

Veniamo a noi..

Questa patologia non mi da fastidio nell'ambito dell'apnea, ma dopo una bella giornata in acqua, forse complice la stanchezza, ho l'impressione di sentirlo più forte! Poi migliora col passare del tempo, credo, oppure mi aument sempre di più dopo ogno immersione e mi ci abituo dopo un pò ahah

Avete esperienze a riguardo?

Ciao!
giuliosub
Saber 90
Messaggi: 153
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45389
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Un acufene che sento provenire dall'orecchio destro è il regalino di un barotrauma di una ventina di anni fa.
Noi sub siamo molto soggetti ai barotraumi che risparmiano altre discipline e quando insorge le cause che l'hanno generato si sono già risolte e come dice l'otorino di Giulio non c'è più niente da fare. Lo confermo ma devo rincuorare chi ne è soggetto, col tempo non si sente più non perché se ne sia andato ma perché la parte neurologica dell'apparato uditivo si resetta e relega l'acufene a rumore di fondo.
Faccio un esempio: di recente sono stato a Genova e provenendo da una località poco rumorosa in Sardegna all'inizio sentivo un gran baccano intorno a me, decisamente insopportabile, fra l'altro passando vicino ai tombini il mio olfatto avvertiva una gran puzza di fogna: camminavo e ogni tombino una zaffata! La mia attenzione si era talmente alzata che ho intravisto anche un topo vicino a un caruggio. Dopo una settimana non sentivo più un cazzo!Sia il rumore del traffico sia la puzza dei tombini. Cosa era successo? Semplicemente un reset dei valori di fondo. I neri sentono la puzza dell'uomo bianco e noi del nero perché ci siamo abituati all'odore che emaniamo. Così per l'acufene bisogna aspettare che il sistema nervoso lo resetti e in effetti se io ci faccio attenzione l'acufene è lì ma nella vita di tutti i giorni non lo avverto più. Bisogna solo fare attenzione di non ricreare le cause che lo hanno generato perché in questo caso il "rumore" può aumentare, quindi sempre tube pulite e se non lo sono aerosol con fluidificante del muco.
In ultimo mai forzare la compensazione col Valsalva, se avete del catarro: agguato dalla superficie!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10020
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45397
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Come disse il mio dottore 8 anni fa:
"Metello, da oggi hai un nuovo amico che ti accompagnerà, fischiettando, per tanto tempo"
Oggi lo sento solo se mi concentro o se c'è il silenzio assoluto. Mentre per l'acutezza dell'udito sono ben lontano da tornare come ero prima.
metello70
Super Jedi
Messaggi: 423
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
male non fare paura non avere
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45398
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Esatto Metello. Noi dell' Acufene Luxury Club non siamo mai soli!

Giorgio dici che la compensazione durante stati di raffreddamento è assolutamente sconsigliabile? Insomma.. Da evitare quello che ho fatto lo scorso we! Sono un animale..
Su una rivista di recente pubblicazione leggevo di un rimedio "della nonna" per liberare vasi e placare le mucose che consiste nel respirare i vapori di una pentola portata ad ebollizione con due infusori di camomilla. Cosa ne pensi? Altri rimedi che driblano i medicinali?
giuliosub
Saber 90
Messaggi: 153
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45402
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Bene, sono anche io del club, come mio papà prima di me.
ne soffro da entrambe le orecchie, da una un pò più intenso e molto lieve dall'altro. Ovviamente non si è potuto mai fare nulla.
Anzi, tre anni fa in Croazia andai stupidamente incontro ad un barotrauma che mi provocò la perdita totale
dell'udito da un orecchio per 15 giorni. incoscientemente continuai ad immergermi moderatamente per il resto della vacanza.
Fu poi a Torino che seppi del pericolo che avevo corso...
Il miglior otorino della città mi disse che per puro caso ho riacquistato l'udito.
A seguito della compressione degli organuli interni dell'orecchio avrei dovuto immediatamente essere sottoposto ad un ciclo di camera iperbarica senza il quale la probabilità di ritornare alla normalità sarebbero potute essere molto scarse.
Per fortuna fui graziato e lentamente recuperai interamente l'udito.
E' davvero una sensAzione stordente (e invalidante) avere di colpo un orecchio "morto"..provoca uno stato al limite del confusionale. toccare l'orecchio e percepire il rumore dello sfregamento dall'opposto!!
...e tutto questo per aver malcompensato In una dozzina di metri a causa di un pò di muco nasale.
Ora appena sento di faticare nella compensazione di un orecchio, una bella soffiata al naso ed entrambi i timpani rispondono a dovere.
...come lascito del barotrauma ho avuto solo una piccola intensificazione del sibilo preesistente.
Chiaramente nelle giornate di intensa attività fisica o di particolare stanchezza i sibili si intensificano..
ma ormai non li sento neppure, mi devo concentrare...
La quasi totalità dei rimedi hanno effetto placebo e anzi attenzione a farmaci stimolatori, che in diversi casi provocano intensificazione!

N.B. mi dissero che la maggior parte dei sibili sono provocati dall'errato funzionamento dei corpi cigliati dell'orecchio interno che generano errati impulsi nervosi, interpretati come sibili dal cervello.
Un pò come i corpuscoli che compongono la linea laterale dei pesci di cui ci ha parlato Giorgio allo stage...
gli stessi corpi cigliati che in persone che subiscono traumi sonori (discoteche e cuffie a tutto volume) o nel nostro caso barotraumi, si atrofizzano e smettono di funzionare provocando perdita anche grave dell'udito e spesso acufeni

Marco
moxet
Saber 110
Messaggi: 521
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 26/03/2012 13:31 Da moxet.
Marco Mossetto
Torinese marino
SABER 90 n. 93
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45411
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Come dice Giorgio bisogna fare attenzione a non ricreare le condizioni che hanno indotto il problema.
Se siamo raffreddati,compensando rischiamo di mandare catarro nelle tube questo rappresenta un ottimo terreno di coltura per lo sviluppo di infezioni la cui terapia e' spesso lunga e che talora lasciano esiti purtroppo permanenti.Gli acufeni sono uno di questi.

Saluti fabrizio
Doctor
Super Jedi
Messaggi: 349
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45414
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Esatto, si tratta prprio di un al funzionamento degli organi cigliati.

Fabrizio tu dici giustamente di stare attenti e di non ricreare la situazione causa dell'acufene al fine di non accentuarlo, ma se, come nel mio caso, ti viene a sorpresa dopo uno stato influenzale SENZA sintomi di raffreddamento (muco/catarro) a cosa lo riconduci? Di influenze ne ho avute cosi come raffreddori ed otiti! Questa patologia mi si è manifestata oltretutto a distanza dall'ultimo caso di otite che ho avuto, dunque anche volendo ricondurlo al danno provocato dall'infezione non è possibile.
È una questione che mi ha lasciato molti interrogativi a cui neanche lo specialista ha saputo rispondere se non con un "...vincerei il premio Nobel."
giuliosub
Saber 90
Messaggi: 153
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 26/03/2012 15:03 Da giuliosub.
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45417
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
L'unico brutto episodio (per fortuna) che ricordo fu diversi anni fa in liguria,un mentre stavo scendendo su un fondo di 15metri mi accingevo a fare l'ultima compensazione ho avuto un scompenso ad un orecchio.
Questo fu causato dalle vie ostruite dal muco quindi mi sono ritrovato con un orecchio compensato e l'altro con un male "porco"...morale della favola per un ora equilibrio precario,mal di testa e nausea.
E bene tenere sempre puliti i condotti cosi da non avere problemi di nessun tipo ovviamente lo si impara sempre dopo
miky
Super Jedi
Messaggi: 332
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 26/03/2012 15:33 Da miky.
Saber 90 119
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45441
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Non ho scritto che il barotrauma si è verificato in risalita: avevo sforzato la compensazione col Valsalva in discesa per la presenza di muco(proprio io che compenso naturalemnte senza stringinaso), in risalita non de-compensavo naturalmente e fra l'altro non ci sono manovre esterne da fare in risalita, sono dovuto riscendere la prima volta nell'arco della stessa apnea successivamente dopo aver ventilato. Alla fine il grumo di muco si è spostato e finalmente i giramenti di testa sono finiti ma è rimasto quel ronzio che conosciamo bene in tanti.
Si era verificato un versamento labirintico, quindi rottura di un capillare con sangue nell'endolinfa, quel liquido nel quale galleggiano i granelli di carbonato di calcio responsabili dell'organo dell'equilibrio. Cura : vasodilatatore e cortisone. Conseguenze: perita di udito dall'orecchio disgraziato e l'acufene cronico.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 10020
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#45442
Re: Acufene & Apnea 12 Anni fa  
Beh!...almeno col vasodilatatore, se sistemico...
moxet
Saber 110
Messaggi: 521
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 26/03/2012 21:38 Da moxet.
Marco Mossetto
Torinese marino
SABER 90 n. 93
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 12
Moderatori: Giospyren