Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

I seguaci del Maestro ....
(1 Online) (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 12
ARGOMENTO: I seguaci del Maestro ....
#529
I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Per curiosità andate a vedere su facebook: i seguaci del maestro Giorgio Dapiran, non immaginavo di avere tanti discepoli affezionati. Dopo le delusioni per gli attacchi personali sui forum pubblici questa realtà è un bagno energizzante. Non sono solo quando in mezzo al mare cerco il mio equilibrio di uomo cacciatore!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 23/10/2009 10:38 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#530
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
La coscienza di questa realtà mi aveva fatto pensare all'apertura di una sezione pubblica del forum, dove i furbetti e i provocatori potessero essere messi alle strette proprio da quella gente che ti ama per tutto ciò che fai e che sei, cosa che in altri forum è stata impedita da amministrazioni faziose.
dnlzmp
Saber 110
Messaggi: 673
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio dnlzmp zampadan@hotmail.com Località: Rom Compleanno: 09/24
Saber 100 n°28
MiniMiniJedi n°0
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#534
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Non credo sia costruttivo rapportarsi con persone che per ragioni personali o altre ragioni portano avanti attacchi personali non entrando mai in questioni teniche spcifiche, come non ha senso discutere con chi ti taglia la strada quando stai andando con la tua autovettura: ti viene di mandarlo a quel paese, ma cercare di spiegargli che certi comportamenti sono sbagliati mi sembra tempo perso. Da tempo ho accettato questa realtà come ho preso coscienza che i rosicatori /prezzolati che scrivono male di me sono una minima parte dei pescatori subacquei, come una minima parte di loro scrive in questi forum mentre molti leggono e chi scrive spesso non sa o non capisce che quasi sempre fa una figura di m. e se la racconta con i soliti quattro gatti (pescatori da PC)che hanno lo stesso spirito polemico.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#564
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Per me esiste un solo unico Maestro in questa disciplina: Giorgio DAPIRAN!


Francesco MARSELLA
Super Jedi
Messaggi: 365
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio Località: Oria (Brindisi) Compleanno: 04/18
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#569
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Andando a leggere i nomi e guardando le facce su facebook dei miei seguaci ho riconosciuto vecchi amici dei quali avevo perso le tracce da una decina d'anni, però, ho dovuto fare una constatazione: la maggior parte di questi adepti non è mia cliente!
Non è stata completamente una sorpresa, avevo già analizzato l'anomalia che i video sono un mercato a se stante che non produce una vera pubblicità ai prodotti che impiego nelle catture documentate.
Questa aanalisi mi aveva convinto a tagliare il ramo secco e improduttivo dei documentari di pesca che mi avevano fatto diventare famoso ma povero.
Probabilmente la mia attività di imprenditore di attrezzature per la pesca subacquea non convince chi mi ammira come pescatore. Forse qualcosa...
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#570
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Probabilmente la mia attività di imprenditore di attrezzature per la pesca subacquea non convince chi mi ammira come pescatore. Forse qualcosa...

Il fatto è che i fucili in legno sono idealmente troppo facili fa fare e chiunque abbia un minimo di capacità con una raspa si sente in grado di costruirsi da se la propria arma (che poi all'atto pratico si dimostra una ciofeca, ma l'importante è farsela )e le cose troppo semplici piaciono poco in quanto a sceglierle ci si sente un po' sminuiti.
Meglio dunque parlare di "tecnologia"..."evoluzione"..."modernità" e scegliere qualcosa che la ricordi Xchè chi vuole oggigiorno essere identificato con un retrogado che usa un manico di scopa ?!
Pandasub
Saber 110
Messaggi: 804
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#573
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
L'idea dell'arbaléte con le pulegge, in Saber, è venuto come il cacio sui maccheroni, gli arbageppetti non possono copiarlo e venederlo!Fabbricarlo per se con utensili tradizionali è abbastanza complicato.
Il Saber rappresenta il massimo della tecnologia degli arbalétes e a breve altri due brevetti copriranno alcuni componenti del Saber.
Non credo però che il pescatore subacqueo si renda conto del miglioramento rispetto ai fucili commerciali o apprezzi correttamente l'evoluzione della attrezzatura subacquea.
Questa estate è venuto a trovarmi un grande atleta della nostra disciplina, forse un pò troppo "chiacchierato"... è venuto con un mio cliente, ebbene , lui pesca con uno sparalucertole antidiluviano, ma per la tana o le profondità alle quali insiadia il pesce è convinto che sia sufficente.
C'è da dire che il pescatore subacqueo è taccagno di natura, magari si vende il pesce che cattura, ma il rinculo gli ha accorciato il braccio della mano che prende anche il portafoglio, in sostanza non ri-investe ciò che guadagna dal mare nelle sue attrezzature.
Non solo sul fucile anche sulle pinne, sulla muta invece no!
Anche io ero un pò così, sono cambiato quando ho cercato di migliorare le mie prestazioni e quando ho cominciato a veder scemare i miei carnieri
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#584
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Giodap ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:
L'idea dell'arbaléte con le pulegge, in Saber, è venuto come il cacio sui maccheroni, gli arbageppetti non possono copiarlo e venederlo!Fabbricarlo per se con utensili tradizionali è abbastanza complicato.
Il Saber rappresenta il massimo della tecnologia degli arbalétes e a breve altri due brevetti copriranno alcuni componenti del Saber.
Non credo però che il pescatore subacqueo si renda conto del miglioramento rispetto ai fucili commerciali o apprezzi correttamente l'evoluzione della attrezzatura subacquea.
Questa estate è venuto a trovarmi un grande atleta della nostra disciplina, forse un pò troppo "chiacchierato"... è venuto con un mio cliente, ebbene , lui pesca con uno sparalucertole antidiluviano, ma per la tana o le profondità alle quali insiadia il pesce è convinto che sia sufficente.
C'è da dire che il pescatore subacqueo è taccagno di natura, magari si vende il pesce che cattura, ma il rinculo gli ha accorciato il braccio della mano che prende anche il portafoglio, in sostanza non ri-investe ciò che guadagna dal mare nelle sue attrezzature.
Non solo sul fucile anche sulle pinne, sulla muta invece no!
Anche io ero un pò così, sono cambiato quando ho cercato di migliorare le mie prestazioni e quando ho cominciato a veder scemare i miei carnieri


non tutti comprendono l'innovazione e lo sforzo di migliorare la prestazione di questi arnesi.
ho un collega fortissimo in questa disciplina,uno che i pesci ,li tira fuori la' dove non ce ne sono.
questo individuo,ha sorpassato la 50ina d'anni di eta',e mi ha detto che pesca da quando aveva 17 anni ininterrottamente.
il buon angelo,va' in mare quasi tutti i giorni,e' fortunato,ha la baracca vicino al pontile,e lo sforzo del carica scarica l'atrezzatura e' minimo,imparagonabile nei confronti di chi vive in un palazzo.
questo amico esclamo' una frase un giorno....io con i miei fucili ci faccio il giocogliere,con i tuoi e' impossibile.
egli sostiene che il miglior fucile mai prodotto sia il march valantine ,nelle versioni 90,e 75,quelli che lui usa tutto l'anno.
chiedo a questo veterano delle spiegazioni,e lui mi risponde...il valantine ha il tubo in (AL) piu' sottile degli altri,e galleggia anche con l'asta,e' leggerissimo e zip lo allineo in un secondo,i tuoi fucili sono lenti nel brandeggio.

considerando le risposte,ho tirato le somme.
e' talmente forte,che spara hai pesci con una distanza massima di 2 mt dalla punta.

questa mia convinzione ,deriva in pimo luogo, dalla sua esperienza,va' in mare quasi tutti i giorni,e poi , dalla tecnica di pesca che adotta,la quale lo rende estremamente convinto di quello che sostiene,andando contro le piu' banali leggi della fisica. utilizzando segmenti cosi' corti,con le gittate drasticamente ridotte....un 90 con asta da 6mm e elastici da 16mm ,arriva lento a 3 metri,con una forza di penetrazione scarsissima,lui mi racconta che i pesci li insagola tutti.

per un individuo del genere e' facile tirare hai pesci con aste da 6mm,e gomme da 16,sono convinto,che se le sue distanze di tiro fossero piu' "lontane" entrerebbe nel mio caruggio.forse proverebbe a potenziare il fucile,ma le balzerebbero subito alla mente i discorsi fatti in reparto.

molti forti individui ,guadano incuriositi ed euforici i video del maestro,ma di fatto,poi,non applicano nessuno degli schemi che vengono proposti,poiche' il tempo ,ha dettato una canonizazione personale della tecnica,quello che funziona ,va' ripetuto,finche' un giorno non avra' piu' successo.

ecco spiegato il motivo delle tue affermazioni giorgio.
l'azzienda dapiran,e' "giovane",anche se dietro vi e' una esperienza quarantennale dal settore subaqueo, inteso come pesca,ed una laurea in ingegneria meccanica, di indubbia e assolutamente indisutibile esperienza ,la quale si fonde coniugando questi due aspetti,finalizzandoli in un'unica direzione.

non tralascio il fatto che tra questi fortissimi,nella vetta vi sia anche il maestro,che ha consolidato le sue esperienze,grazie proprio all'esperienza di vita maturata,che ha portato l'uomo dapiran,a scartare esperienze infruttuose ,per cogliere con razionalita' quelle buone.

lo stesso discorso lo si applica su altri individui, una volta maturate le esperienze che portano hai margini di successo desiderati,l'utilizzo delle atrezzature si consolida e si fonde con quelle esperienze.

allora dove sta' la differenza??

il maesto evolve l'atrezzatura in funzione di nuovi standard di cattura,gli altri invece rimangono statici su quello che funziona,non "azzardando" mai.
l'esigenza di non sentir il bisogno di cambiare fucile,deriva in primis dalla tecnica che si adotta,angelo oramai tira hai pesci a 2 metri,ed un fucile che copre i 4 metri in mano sua non ha senso per il momento.

fortuna che questa mentalita' non fa' parte di "noi" giovani,senno' avremmo ancora le lampade ad olio in casa:laugh: :laugh: :laugh:
fabio.carozzino
Super Jedi
Messaggi: 367
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
LA TECNOLOGIA DEVE AIUTARE L’UOMO A MIGLIORARE LA QUALITA’ DELLA SUA VITA , E NON, COME SPESSO ACCADE, A PEGGIORARLA!
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#593
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
Fabio, ho letto con molta soddisfazione le tue considerazioni, hai veramente colto l'essenza del mio modo di procedere nel progetto delle attrezzature subacquee.
Il tuo esempio del "vecchio pescatore con lo sparalucertole" (il Marc Valentin lo commercializzava l'azienda per la quale ho lavorato per qualche anno e lo conosco bene)è molto calzante!
Ieri sera parlavo con Cico e un mio cliente "barcaiolo" di fortissimi agonisti nostrani, del fatto che tutti impiegano fucili di vecchia concezione (non è così per i forti atleti internazionali).
Tutto dipende dalla tecnica di pesca adottata, la scelta delle attrezzature è in funzione della propria strategia di pesca.
Se peschi in tana o a profondità abissali puoi fare anche a meno di un grande fucile, inoltre questi atleti sono tutti sponsorizzati dalle grosse ditte del settore dalle quali ricevono l'attrezzatura gratuitamente, sommate le cose (tenedo conto delle considerazioni del mio post precedente) e capirete perchè si convincono che uno sparalucertole basta ed avanza...
Non tutti si accorgono che le condizioni di pesca stanno cambiando.
Pensate che al campionato italiano delle isole Tremiti forse 35 anni fa ero l'unico atleta , poi prima categoria , a pescare in gara con un arbaléte. Daniele Bacci mi prendeva in giro dicendo: Dapiran pesca con uno "Zippo", parodiando il nome di un noto fucile ad elastici per polpi.
Allora ed adesso precorrevo i tempi e ci vorrà ancora qualche anno prima che anche gli altri, quelli forti, si accorgano dell'evoluzione.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#651
Re:I seguaci del Maestro .... 12 Anni, 8 Mesi fa  
mi duole confermare le vostre constatazioni, anche io ho cari amici che non spendono nel fucile, eppure fanno delle belle catture.
Sulle pinne invece no, lì spendono tutti, sarà perchè non vogliono affaticare le gambe (Devo aggiungere che alcuni sono apneisti o provengono da un corso di apnea). Tuttavia... Chi ha provato e toccato con mano il mio jedi è sempre rimasto sorpreso, sopratutto dal brandeggio e secondariamente dal tiro.
Mettergli la pulce all'orecchio con pochi anni di pesca alle spalle contro la loro decennale esperienza è una bella soddisfazione :laugh:
k_mallok

Ultima modifica: 04/11/2009 17:31 Da .
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 12
Moderatori: Giodap, Giospyren