Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

poker di code
(3 Online) ghizab, massimog, (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1
ARGOMENTO: poker di code
#79058
poker di code 2 Mesi, 1 Settimana fa  
La spigola.... sin dall'ormai lontano 1982, inizio della mia vita piscatoria, è sempre stata la mia preda preferita, spesso croce e delizia delle mie giornate a mare.
L'ho insidiata con svariate tecniche, dallo spinning al surfcasting, dalla pesca col vivo a quella col galleggiante, dalla traina dalla barca a quella col divergente.
Da che, 10 anni or sono, ho ripreso a mettere la testa sott'acqua per pescare, quando il caldo sole dell'estate cede lentamente ai rigori dell'inverno cresce in me l'attesa di quei magici momenti di caccia subacquea che solo una preda elegante come la spigola sa dare; quest'attesa alle porte di Dicembre si fa frenesia, le uscite divengono monotematiche alla ricerca di quell'incontro speciale. Ma, come mi è già capitato di dire, quest'anno nella mia zona è strano, prima acqua esageratamente calda nonostante le piogge insolitamente copiose di quest'autunno, poi l'assenza di mareggiate importanti che hanno creato condizioni di limpidezza estrema che neanche in estate, insomma il piatto piangeva un pò... almeno fino all'ultimo martedì di gennaio dove avevo gridato al miracolo incontrando un branco discretamente nutrito da cui sono riuscito a prelevare un esemplare da invitare a cena.
Ma, come si dice, l'appetito vien mangiando, e quindi dopo un sabato passato a mordere il freno per via della mareggiata che per la legge di murphy si è giustamente scaricata nel fine settimana, martedì sono in acqua nonostante un mare buono più per la tavola da surf che per la pesca in apnea. Alimentate dal grecale si sollevano onde di circa 2 metri che mi impediscono di restare adeso al fondo per più di 30 secondi; le spigole ci sono, riesco a vederle, surfano allegramente il cavo dell'onda per venirmi a studiare, ma portarle a tiro è una chimera: dando fondo a tutte le energie per ancorarmi alle rocce l'apnea si riduce drasticamente, tentando di rilassare la muscolatura per risparmiare energie e trattenere il fiato più a lungo divento preda dei marosi e fin troppo visibile per sperare in un avvicinamento... insomma la classica coperta troppo corta che mi fa uscire con un bel zero nel tabellino delle marcature.
Le previsioni danno un attenuazione dei fenomeni da mercoledì pomeriggio, quindi programmo una nuova uscita per giovedì. Il mio abituale compagno di pesca del week-end non avendo figli in età scolare è già in acqua autonomamente quando, dopo aver portato il mio bambino, lo raggiungo verso le 11 nel punto convenuto col mio fido tenderino. Le notizie che mi da non sono delle migliori, fin dal mio arrivo vedo pendere un paio di polpi dalla sua plancetta ma nessuna schiena, parlandoci mi conferma la prima impressione: il mare si è calmato eccessivamente, l'acqua è pulita, di regine sul posto neanche l'ombra. Lui ne ha presa una all'alba in un altro spot, ha intenzione di fare dietrofront e tornarsene a casa, viste le premesse io non entro neanche in acqua, ci salutiamo e cambio zona.
L'unica speranza è il torbido, conosco qualche punto che solitamente è off limits perchè si sporca in tempo zero, ma forse con simili condizioni la visibilità è accettabile, ci arrivo di gran carriera carico di buone intenzioni, imbraccio il saber80 e mi tuffo dirigendomi senza preamboli nel punto migliore. La visibilità è al limite, nuvole di coriandoli fluttuano danzando davanti alla punta del mio fucile, trovo un punto dove sembra aprirsi un pò e tento un primo aspetto, poi un secondo e poco più in là un terzo, niente...
Sto rifiatando immobile in superficie riflettendo sul da farsi quasi rassegnato a cambiare spot quando con la coda dell'occhio vedo una spigola uscire dal torbone più scuro rasente il fondo e venire a curiosarmi, smetto di respirare, arrivata a 3 metri da me si gira e lentamente com'era venuta e se ne va senza alcun accenno di nervosismo. Nonostante l'adrenalina a mille finisco di rifiatare, cerco un anfratto dove camuffare la mia figura e mi tuffo. I secondi scorrono lenti, arriva un'onda leggera che non mi scompone, frange qualche metro più avanti riesco a intuirlo dal rumore più che vederla, ed ecco dalla stessa direzione in cui si è sentita la schiuma defilata sulla sinistra appare la stessa spigola che mi ha fatto visita poc'anzi, è sola, guardinga, ma io ho fiato da vendere, sono ben arroccato e nascosto. Prima di avvicinarsi fa un lungo giro fuori portata e poi arrivata sulla mia destra mi punta, alzo impercettibilmente la punta del fucile, pur fidandomi della mia arma non voglio tirare di testa, tanto conosco lo schema... e difatti a un paio di metri da me mi da il fianco, all'unisono con questo movimento l'asta parte da sola per un tiro senza storia.
E vabbè visto che il cappotto è evitato, insistiamo un pò in zona, sposto di una 20ina di metri il tender a pinne a mo' di plancetta per garantirmi la necessaria copertura della bandierina che svetta a prua e ricomincio a cercare fra le nuvole di alghe. I tuffi si susseguono nel nulla più assoluto ma non demordo, anzi ogni tuffo prendo più confidenza con la scarsa visibilità e mi avvicino un pò di più. Durante la preparazione all'ennesimo tuffo vedo un bel sasso piatto poggiato sul fondo e decido di usarlo per ancorarmi; arrivato sul punto mi rendo conto di essere proprio sotto una nuvola di alghe ma di aver grande visibilità intorno, per assurdo non vedo niente già a un metro alla mia destra ma la vista può spaziare fino a 7-8 nelle altre direzioni. Sono rilassato e tranquillo quando proprio dal nuvolone di cui prima spunta rapida una spigola che passa a un metro dal mio naso, letteralmente sopra gli elastici del fucile per proseguire la sua corsa lungo il mio fianco sinistro a ore 7 rispetto alla direzione di puntamento. Non so ancora adesso se sia stato lo stupore dell'improvvisa apparizione o la rapida elaborazione della mia mente circa l'impossibilità di un brandeggio di quella portata a farmi rimanere immobile come una statua, fatto sta che la mia staticità si rivela vincente: con la coda dell'occhio la vedo fare un ampio giro, sfruttare il cavo di un'onda per riconquistare una posizione frontale e puntarmi nuovamente , ma stavolta riesco a vederla, ne anticipo la traiettoria e appena è in zona rossa accarezzo il grilletto, l'asta parte e una giornata che sembrava nata con cattive premesse comincia a volgere al meglio.
I tuffi si susseguono a ritmo serrato sempre più nel torbido, ma quando comincio a non vedere il blu degli elastici del mio fucile mi convinco che forse è il caso di cambiare zona. Mi sposto quindi verso un altro punto che mi ha già dato qualche bel pesce con queste condizioni in passato. Arrivato sul posto noto che l'acqua sembra parecchio pulita, ma è tardi quindi decido di entrare ugualmente imbracciando però il segmento più lungo fra i due che ho al seguito che mi garantisce qualcosa in più di tiro utile. Al primo tuffo mi vado a nascondere in una buca a 10 metri dal tender, nonostante l'acqua limpida sono invisibile, solo il braccio col fucile spunta fra due sassi; due colpetti col calcio del fucile sul sasso più vicino ed ecco materializzarsi l'ennesima solitaria curiosona, si gira a distanza e "accende" i sensori laterali, ma non ha fatto i conti col saber 90, l'asta da 7 la raggiunge prima che abbia avuto il tempo di alzare la pinna dorsale.
Quindi ci sono! Metto la spigola a carniere e riprendo la caccia; faccio altri 10 metri e mi trovo nuovamente nei coriandoli di alghe, troppo fitti per il 90 ma il tempo stringe e voglio provare in un punto che mi piace particolarmente. Avanzando con questo proposito nella nebbia a un certo punto vedo 3 forse 4 occhi che mi scrutano, è un gruppetto (o forse la parte più vicina di un branco non lo so) che incrocia a 4 metri da me in direzione opposta, rapido brandeggio e vedo che nel contempo si sono allarmate e cambiano traiettoria, stanno tornando sui loro passi con una certa fretta. Finisco l'allineamento su uno degli occhi quando è già scomparso nella nebbia.... in altre 100 occasioni simili non avevo tirato, rimuginando poi sull'occasione persa, stavolta decido di fidarmi della mia mira e del mio saber (d'altronde che me ne faccio di un fucile che svolge due passate di sagola con strattone finale se sparo sempre entro i 2 metri?) e sparo. Un breve istante e la sagola in tensione che fa cantare il mulinello mi dice che stavolta ho fatto la scelta giusta, mollo il fucile e seguo la sagola visto che non so neanche dove l'ho colpita, ma l'asta è passata un pelo alta ma comunque sotto la seconda pinna dorsale in un punto di sicura tenuta, fra l'altro il pesce è in sagola quindi...
A questo punto posso rientrare, ho migliorato il mio personale score di sempre (3 spigole in una stessa battuta) ed ho un figlio da riprendere da scuola. Quando vado a prenderlo e gli mostro la prima foto, gli occhi gli si illuminano, si passa la mano sulla pancia e la lingua fra le labbra chiedendomi quando le preparo a cena... e sì... ha già capito di che si tratta perchè lui ne va matto e cosa posso volere di più



raph69
Saber 110
Messaggi: 454
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
CAGLIARI

Saber80 n°09
Saber90 n°86
Saber100 n°98
Asimmetriche Slot standard
ex sadomaso fast... persa in mare
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#79060
Re: poker di code 2 Mesi, 1 Settimana fa  
Raph riassume nel suo racconto alcune regole che è bene memorizzare:
- Le spigole amano il torbido. Le ragioni sono identiche alle nostre: la sospensione è un comodo rifugio che nasconde il predatore alle sue prede.
- Sempre meglio appostarsi al limite della nuvola di sospensione quando questa non è uniforme e aspettare che la spigola esca dal torbido per realizzare un comodo puntamento.
- Il segmento di arbalète non deve essere molto lungo per questa pesca perché la spigola ha degli scarti imprevedibili che obbligano il pescatore a rapidi brandeggi e non sempre si ha la fortuna di Rapf.
- Con la pratica si capisce quando la spigola pur avendoci visto non si allertata, tanto da spostarsi molto lontano, quindi vale la pena in questo caso (se non si avuta l'occasione per tirare) riprovare altri appostamenti nello stesso spot, può tornare per un controllo territoriale.
- dopo un tiro capita che la spigola torni a controllare l'asta che l'ha spaventata, ma dopo si allontanerà e non tornerà più!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 8134
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 08/02/2019 14:11 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#79062
Re: poker di code 2 Mesi, 1 Settimana fa  
Bellissimo racconto e complimenti per l'istinto
sabatinik79
Saber 90
Messaggi: 109
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#79064
Re: poker di code 2 Mesi, 1 Settimana fa  
Quale onore che il maestro in persona prenda ad esempio il mio racconto, grazie per il tuo apprezzamento Giorgio

Grazie anche a te Sabatinik


P.S. comunque Giorgio permettimi di dissentire su una cosa: la spigola dopo il tiro sbagliato torna indietro a prendermi per i fondelli, ne sono più che certo
raph69
Saber 110
Messaggi: 454
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
CAGLIARI

Saber80 n°09
Saber90 n°86
Saber100 n°98
Asimmetriche Slot standard
ex sadomaso fast... persa in mare
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#79081
Re: poker di code 2 Mesi, 1 Settimana fa  
Complimenti al pescatore poeta.
pantarei
Super Jedi
Messaggi: 337
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Πάντα ρει

***
Saber 100/7.5 n.21
Saber Shot 90 n.19
Saber 80/7.5 n.26
Saber 65 n.53
Pale Asimmetriche \"Shorty”
Pale Asimmetriche “Slot Pro”
Sadomaso Fast
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1
Moderatori: Giospyren