Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

Residenza all'estero?
(3 Online) Calipauri, massimog, (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1234
ARGOMENTO: Residenza all'estero?
#86175
Residenza all'estero? 7 Mesi, 1 Settimana fa  
Quest'anno parto mal volentieri da Tenerife!
Mi aspetta la multa per non essermi vaccinato e la <paura> di dover vivere l'incubo del Covid 19, mentre alle isole Canarie , soggiornando all'aperto, i contagi sono rari .
L'amico Peppe ( residente canario) è tornato dalla visita ai genitori a Caserta con la malattia contratta in Italia che, purtroppo, ha coinvolto tutta la famiglia. Contagiato a una cena con amici ...

Questa situazione di disagio futuro mi ha fatto riflettere sulla opportunità esistenziale di cambiare le mie abitudini annuali: soggiornare in Sardegna per i mesi: -giugno-luglio-agosto-settembre-ottobre, per vivere a Tenerife nei restanti 7 mesi.
In questo caso mi iscriverei all'AIRE ( italiani residenti all'estero), e pagherei le tasse alle Canarie ( mia sorella deve fare il calcolo del <costo> economico di questo cambio.
Non sono affatto invogliato a rientrare in Italia Paese che non ha mai riconosciuto i miei sforzi come ricercatore-imprenditore, anzi, quando ha potuto mi ha <bastonato>.

Continuerei l'assistenza ai clienti però solo nei 5 mesi di permanenza in Italia

Ieri mattina ultima pescata in oceano: ancora una palamita ( la 17 esima) un barracuda di 2 chili e alcune viejas ( scaro) acqua a 19 ° C
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9749
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 28/04/2022 20:36 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86179
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
Ogni giorno la situazione si fa sempre più vomitevole ,
Complimenti per la pescata
Il Mallo
Saber 100
Messaggi: 253
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
mini jedi 6.5
Saber 100/7.5
Saber 70/7.5
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86183
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
Rientrato alla base in Sardegna ho avuto la sorpresa che i cinghiali sono entrati di nuovo nel mio terreno, chissà cosa ci troveranno di buono ...
Oggi è una bella giornata di sole, il mare è calmo ma ci vorrà tempo prima che possa tornare a pescare!
Devo riaprire il laboratorio dove i <topini> hanno scorrazzato allegramente. Ma che bella la natura!

Chi ha bisogno di me può chiamarmi al 349/5831177
o scrivermi a info@dapiran.it
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9749
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 01/05/2022 07:58 Da Giodap.


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86184
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
Giodap ha scritto:
Rientrato alla base in Sardegna ho avuto la sorpresa che i cinghiali sono entrati di nuovo nel mio terreno, chissà cosa ci troveranno di buono ...


Quello che non riuscirò mai a capire è il motivo per cui nessuno di quelli che subisce tanti danni si da da fare per "ridurre" il numero di animali infestanti...se non ci pensa la regione per via dei soliti animalisti benpensanti (che vivono in città e certe cose non le vedono nemmeno) possibile che a nessuno piaccia la loro carne?
Nella tua liguria la carne di cinghiale costa di meno del maiale (solo a GE si vedono venire giù dalle alture...forse Xchè ci sono troppi testimoni ) ed in piemonte ho sentito da poco di un parroco dell'Alessandrino che stanco di far ripulire tutti gli anni il locale campane dallo sterco dei piccioni, li ha semplicemente avvelenati (poi per distogliere i sospetti da se stesso ha fatto mettere una rete attorno al campanile, ma di piccioni ormai ce ne erano rimasti pochi)
Mistero!
Pandasub
Saber 110
Messaggi: 826
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86185
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
L'anno scorso poco prima dell'alba ho investito ( o sono stato investito ) un cinghiale che mi ha sfasciato il frontalino della macchina ricevendone un danno consistente.
Poche settimane dopo stavo vestendomi della muta a Cala Spada presso Golfo Aranci in prossimità della spiaggia quando rivolto verso <monte> ho visto passare delle ombre appena sopra il terreno a velocità incredibile: era un branco di cinghiali che dalla città si dirigeva a gran velocità verso la riserva di Capo Figari.
Ho valutato che corressero a una velocità superiore a 50 km orari superando cespugli di mirto e lentisco, ammassi di granito come se il terreno fosse piano e senza ostacoli.

In occasione del look down hanno proibito la caccia e i cinghiali sono aumentati di numero in maniera preoccupante.

Anni prima sempre nella stessa zona in prossimità del sentiero per cala Greca dove era situato il cassonetto della spazzatura ultimo emblema della civilizzazione, con muta, fucile e pinne sotto il braccio, all'alba mi sono trovato di fronte a un cinghiale enorme ( penso superiore a 100 chili ) che, spaventato, mi ha puntato. Ho mollato tutto e mi sono rifugiato su un albero.

Mi sono lamentato dei danni al mio terreno prodotto dai cinghiali con dei militi del Corpo Forestale: mi hanno chiesto se il terreno fosse coltivato, non lo è ... hanno allargato le braccia.



Se avessi ammazzato il cinghiale investito non avrei potuto prenderne il corpo, macellarlo e mangiarlo. Avrei dovuto chiamare la forestale denunciando l'accaduto.

Non ho le idee chiare in merito!
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9749
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86189
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
Un conoscente l'anno scorso ne investì uno piccino di un decina di kg, ci mangiarono per 3 giorni senz'alcun rimorso!

underwater_
Mega Saber
Messaggi: 1572
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Per mar non ci son taverne
Braccia rubate alla pesca subacquea!
Affetto da male dell'oca cronico
Del senno di poi ... son vuoti i cavetti!
Meno pippe mentali e più pesca reale!
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86190
Re: Residenza all'estero? 7 Mesi fa  
Giodap ha scritto:

Se avessi ammazzato il cinghiale investito non avrei potuto prenderne il corpo, macellarlo e mangiarlo. Avrei dovuto chiamare la forestale denunciando l'accaduto.

Non ho le idee chiare in merito!


C'è poco da avere le idee chiare in merito...la fauna selvatica è della regione e dnq se la investi, i danni te li tieni e attento a non segnalare la cosa Xchè potresti essere chiamato a rifondere i danni in caso di morte dell'animale (c'è anche da pagare le spese accessorie come intervento del veterinario e guardie forestali nonchè smaltimento della carcassa )
C'è una scappatoia legale a questo salasso legale...che nei 3 km precedenti non ci siano stati cartelli stradali indicanti animali selvatici (sogna...ormai li mettono + numerosi dei funghi) e che l'investimento venga ufficializzato da una pattuglia di pubblici ufficiali appartenente a qlq arma (peggio che andar di notte...è successo ai miei figli e qnd hanno telefonato, come hanno saputo che non c'erano stati feriti si sono resi disponibili a mandare un carro attrezzi a loro spese, ma per intervenire sul posto non c'era personale )
In ogni caso, anche stando dalla parte della ragione (mancanza di segnaletica ed obbligo di intervento per la presenza di feriti) ti rinfonderebbero al max la metà del danno (che non so qnt ti converrebbe auspicare Xchè significa che la tua auto è da rottamare e c'è qlc in ospedale) e che cmq l'animale verrebbe smaltito da altri (dimenticavo di dire che ci deve essere il cadavere della bestia...la tua auto sfasciata e l'animale che si è allontanato ferito non viene considerato nemmeno e chi l'ha provato sa qnt è difficile uccidere un cinghiale)
Per queste motivazioni spesso e volentieri chi ha la disgrazia di fare un investimento (che di solito avviene in zone isolate e/o di notte) si tiene il danno e si fa la grigliata/stufato con la carne, ma c'è da mettere in conto alcune problematiche
1°)uccidendo per investimento un animale selvatico, per 1a cosa gli si rompe la vescica e la carne ne risulta inquinata dall'orina...poi di suo già il selvatico dovrebbe essere dissanguato (appeso ad un albero con la gola tagliata prima che si raffreddi...qnt di noi saprebbero farlo )e questo come minimo significa (se l'auto funziona ancora) cambiare programma per quel giorno e tornarsene a casa
2°)avere cmq a disposizione un posto in mezzo agli alberi per fare tutte le cose necessarie alla macellazione (che non si fa certo sul tavolo della cucina e bisogna avere anche una certa esperienza che non si improvvisa) e vi lascio immaginare lo schifo di mosche attirate dal sangue e l'odore che ne permane a lungo nel posto utilizzato
3°)Stiamo parlando di illegalità...se avete un vicino a cui state sul c**o basta una telefonata (anche se non vi trovano con l'animale, bastano i pezzi nel congelatore di cui non si riesce a spiegare la provenienza) e il processo per bracconaggio vi farà rimpiangere di non essere andati 10 volte al ristorante a mangiare il selvatico già cucinato
Dnq se dovesse capitarvi il fatto, decidete voi se ne vale la pena
Pandasub
Saber 110
Messaggi: 826
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86201
Re: Residenza all'estero? 6 Mesi, 3 Settimane fa  
Il problema è complesso… È tipico da parte dell’umano isolare un problema e affrontarlo come se fosse un fenomeno a sè stante: è ciò che fa la scienza quando fa esperimenti in laboratorio, e infatti ormai da più di un secolo la scienza stessa riconosce di non scoprire verità universali, ma soltanto delle costanti di ordine statistico-probabilistico.

Venendo al caso in questione: un ecosistema è un’entità complessa che tende all’autoregolazione, e maggiore è la biodiversità in un territorio, maggiore è l’equilibrio e l’armonia dell’ecosistema. Quando l’uomo altera gli ecosistemi disboscando selvaggiamente, avvelenando e desertificando intere regioni con le monoculture intensive, occupa gli spazi vitali di flora e fauna selvatica riducendo la biodiversità dell’area, ecco che l’ecosistema non può più essere equilibrato. E allora assistiamo a invasioni eccezionali di cavallette piuttosto che di mosche della frutta, afidi ecc…

L’uomo pretende di comprendere i fenomeni naturali e di controllarli: non è così. Ogni volta che si manomette un ecosistema, anche con i migliori propositi, lo si altera irrimediabilmente. Solo la natura sa come autoregolarsi e mantenere gli ecosistemi equilibrati. Quando l’agricoltore spruzza un pesticida su un albero da frutta per debellarlo da un’aggressione da parte degli afidi, non pensa che quel pesticida terrà lontano anche gli insetti che si nutrirebbero naturalmente di quegli afidi. E così quando vengono dall’uomo introdotti i cinghiali in un’area non si tengono in considerazione tutte le variabili del caso, perché le variabili sono infinite e complesse e l’intelletto umano non può comprendere i fenomeni naturali fino in fondo…

Sulle mie montagne qualche anno fa sono stati introdotti i cinghiali, assenti da secoli.ora anche qui sono diventati infestanti, causando danni a pascoli e colture. Il lupo sarebbe il predatore naturale del cinghiale, ma gli allevatori non vogliono i lupi i quali aggrediscono il loro bestiame…

Ci tengo a precisare che sto parlando da pescatore e sono assolutamente favorevole alla caccia etica e sostenibile, e anch’io sto pensando di attrezzarmi per cacciare il cinghiale con arco e frecce.
Ciò che sto criticando è la miopia degli interventi umani sugli ecosistemi… Non è inserendo una specie o perseguitandone una, che si crea equilibrio… solo la natura sa come autoregolarsi.

Se solo lasciassimo fare a lei e praticassimo agricoltura, allevamento, caccia e pesca in modo sostenibile ci sarebbe cibo sano e in abbondanza per tutti… è la smania umana del voler fare, intervenire, creare, trasformare che ci rovina…
Alfredo90
Saber 110
Messaggi: 488
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Ultima modifica: 10/05/2022 08:59 Da Alfredo90.
Saber 70/7.5 n. 37
Medi Jedi n. 108
Slot Prof
Sadomaso fast
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86202
Re: Residenza all'estero? 6 Mesi, 3 Settimane fa  
Alfredo90 ha scritto:

Se solo lasciassimo fare a lei e praticassimo agricoltura, allevamento, caccia e pesca in modo sostenibile ci sarebbe cibo sano e in abbondanza per tutti… è la smania umana del voler fare, intervenire, creare, trasformare che ci rovina…


Il tuo a livello dialettico è un discorso comprensivo ed in parte condiviso un po' da tutti, ma come avrebbe detto mio padre " in pratica cosa dovremmo fare?"
Le monoculture, l'allevamento ed i trattamenti delle culture sono di fatto obbligatorie non tanto per la nostra società, ma per i numeri della nostra popolazione...non ci piace?...lasciamo fare a zio Putin e fra 50 anni torneremo a praticare una caccia sostenibile che ci fornirà alimenti privi di conservanti come al tempo dei Cro.Magnon (ma con una popolazione di poche migliaia di individui in tutta europa com'era per quegli ominidi)
Mi rendo conto che nel modo in cui viviamo tutti qnt c'è un che di stressante (e pensate a qnt dovevano essere stressati i Cro-Magnon che prima dei 40 anni se n'erano già andati al creatore ) e perfettibile, ma un problema per risolverlo lo devi isolare dagli altri Xchè dicendo che "sono tutti collegati" si finisce per fare come gli indù che non camminavano sui prati per non schiacciare le formiche ed aspettavano che la natura risolvesse da sola i suoi problemi
Nello specifico stavamo discutendo di fauna selvatica...questa ha (aveva) dei predatori che ne limitavano il numero
A mio avviso il problema è risolvibile
a) reinserendo questi predatori (con tutti i problemi che la storia ci ha già insegnato esistere)
Non ci piace!? opzione:
b) Si consente la caccia (che oltre alla limitazione numerica dei soggetti interessati, reinserisce nel selvatico quella ritrosia ad avvicinarsi all'uomo che una volta esisteva ed ora non +) che in fondo è una cosa molto + naturale dei branchi di cinghiali a grufolare in mezzo alla spazzatura ed aggredire il primo vecchietto che va a portare in strada l'organico
Quello che non si può continuare a fare è tollerare la presenza della fauna selvatica in esubero come c'è adesso in nome della tolleranza e della bontà verso gli animali
A parte poi il fatto che questi sentimenti animalistici sono presenti solo in chi il selvatico lo ha visto da lontano (o nel proprio piatto) prima o poi il problema sarà da affrontare cmq(una coppia di ungulati si riproduce due volte all'anno con una media di 7-8 piccoli per volta...che a tre anni saranno in grado di fare altrettanto )
Pandasub
Saber 110
Messaggi: 826
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#86203
Re: Residenza all'estero? 6 Mesi, 3 Settimane fa  
Capisco il tuo punto di vista. A livello filosofico il problema del rapporto uomo-natura è complesso ed ovviamente aperto, e non è certo questa la sede per approfondirlo.

Da un punto di vista pratico ovviamente sono d’accordissimo sull’apertura della caccia al cinghiale, come ho detto precedentemente. Il mio era un discorso a monte che intendeva mettere in discussione proprio quella opinione comune che tu hai espresso e che ci hanno inculcato le multinazionali, e cioè che senza allevamento, pesca e agricoltura industriali e intensivi non potremmo sfamare tutta la popolazione mondiale.

Che non è così lo posso testimoniare per esperienza diretta. Ho visto con i miei occhi fattorie naturali in cui non si ara la terra, non si danno fertilizzanti, pesticidi, non si diserba e non si potano gli alberi da frutto dare produzioni uguali o superiori ad aziende convenzionali. È un problema filosofico-culturale… E in ogni caso, anche se, come dici tu, L’agricoltura industriale fosse necessaria per sfamare tutta la popolazione mondiale, non mi pare che comunque ci stia riuscendo…
Alfredo90
Saber 110
Messaggi: 488
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Saber 70/7.5 n. 37
Medi Jedi n. 108
Slot Prof
Sadomaso fast
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1234
Moderatori: Giodap, Giospyren