Area Riservata

Benvenuto, Ospite
Per favore Accedi o Registrati.    Password dimenticata?

vecchie e nuove esperienze
(3 Online) giu.68, nando, (1) Ospite
Vai a fine paginaPagina: 1
ARGOMENTO: vecchie e nuove esperienze
#51
vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Si è conclusa nel peggiore dei modi la mia partecipazione al forum del sito pescasubacquea.net: mandato “affanculo” da uno dei moderatori, nell’area riservata al confronto tra i moderatori del forum.

Amministratore del sito colpevolmente assente anche se per ragioni di lavoro, staff dei moderatori in alcuni casi senza professionalità, mi sono trovato di fronte all’attacco personale di un utente subentrato nel forum dopo la mia iscrizione col chiaro intento di provocarmi sul tema della pirateria videografica, dibattito proposto da me nell’intento di trarre delle conclusioni su una un’attività da sei anni in forte passivo e che mi sono convinto a tagliare definitivamente come un ramo secco della mia azienda.

Avevo previsto che con la mia iscrizione avrebbero partecipato al forum anche dei provocatori nell’intento di denigrare il complesso del mio lavoro nel settore della pesca subacquea e avevo messo sull’avviso lo staff dirigente del forum ancor prima della mia iscrizione, ma evidentemente il fenomeno in atto ormai in tutti i forum italiani è stato sottovalutato o forse il mio ingresso ha messo in secondo piano alcune persone che all’interno di questa comunity si erano costruite una posizione di prestigio oscurata poi dalla mia presenza.

La ragione per cui avevo disertato questo tipo di comunity fin dai tempi della mailing list Pescasub.it , intorno agli anni 2000 (realtà nella quale avevo trovato i primi sostenitori del mio progetto di innovazione delle tecniche di pesca e delle tecnologie delle attrezzature per la pesca subacquea) era, ed è tuttora, la reazione isterica di alcuni gruppi di pescatori quando si parla di me e delle mie teorie. Avendo ritenuto inutile rapportarmi a persone prevenute nei miei confronti, avevo fondato un mio sito nel quale fino a qualche mese fa ho pubblicato studi, ricerche, presentando prodotti e idee innovative.
Tutto questo prima della “svolta”cui ho accennato in un articolo precedente e nella quale la mia partecipazione ad un forum rappresentava una tappa importante.
Il forum era stato scelto con cura: non colonizzato da ditte concorrenti, frequentato da pescatori non prevenuti nei miei confronti. Rappresentava idealmente l’uscita dal castello del mio sito per rapportarmi ai pescatori di ogni livello sui problemi tecnici, sulle attrezzature per la pesca subacquea. Era mia intenzione sfatare certe credenze e sviluppare un preciso discorso etico sulla pesca subacquea.
Non a caso la sezione cui mi era stata data la direzione dall’amministratore del forum si chiamava “Ricerca scientifica”.
Fin dagli inizi è stato chiaro che il pescatore comune si trovava in soggezione in questa area, forse io e il mio staff non siamo stati bravi nel semplificare adeguatamente i temi, forse l’ingresso degli arbageppetti nella discussione nell’intento di approfondire problemi tecnici o semplicemente di confrontarsi con me e la realtà di studio del mio staff, per la specializzazione dei temi trattati ha allontanato l’utente medio verso il quale io invece volevo rivolgere le mie attenzioni.
Poco mi importa migliorare le conoscenze degli altri artigiani (non avrei fatto l’imprenditore di questo settore …), il Gabinetto scientifico perciò si è rivelato subito uno strumento inadatto per gli obiettivi che mi ero prefissato.
Sono intervenuto in altre sezioni del forum ma si sono subito create le reazioni che avevo previsto fino al culmine del provocatore che ha cercato di farmi apparire come un imprenditore sprovveduto nella gestione della mia azienda e della pirateria informatica, famoso solo grazie a questa pratica illegale.
Quando un utente martella una comunity con una trentina di intereventi sempre sullo stesso tono e con lo stesso tipo di argomentazioni ha solo uno scopo… A questo punto un moderatore che ha esperienza e sa fare il suo lavoro allontana il provocatore, invece, sono stati integralmente censurati due miei interventi (per placare le acque!) e chiuso il topic.
Dopo qualche settimana il problema si è ripresentato perché il provocatore con un copia e incolla ha riproposto lo stesso attacco sugli altri forum e un utente di pescasubacquea.net ha fatto notare come fosse fondata la mia convinzione che si trattasse di una provocazione mirata.
Anche il secondo topic dopo un tot numero pagine è stato chiuso…
Ora la questione è: ha un senso per me e il mio staff perdere tempo a difenderci dagli attacchi dei provocatori. Tutto sommato abbiamo cose più interessanti da fare!
Il problema di questo e penso di altri forum è di mantenere il dibattito non solo su una linea di rispetto delle opinioni altrui, ma anche tenerlo su un piano costruttivo di approfondimento dei temi.
A mio parere nei forum vanno stroncate le polemiche sterili che allontanano e disamorano gli utenti dall’intervenire, questo è il compito principale dei moderatori cui è richiesta però cultura ed esperienza…

In questi luoghi virtuali: i forum, “luoghi non luoghi”, le persone spesso perdono il senso delle proprie dimensioni culturali. Gnomi si ergono a giganti , asini a cavalli di razza. Davanti ad una tastiera del PC ognuno infilza pesci come draghi della cultura medioevale. Dinanzi non c’è la persona che li sovrasta per esperienza, intelligenza e cultura ma l’ombra verbale della sua presenza, allora è facile misurarsi e liberare l’invidia che cova nel profondo dell’anima di ogni piccolo uomo.

Ho scoperto con amarezza, in questi anni e con l’ultima esperienza del forum, che il principio del “tutto è dovuto” senza alcuna riconoscenza, è la regola di molti praticanti della pesca subacquea (probabilmente lo sarà anche per altri settori della vita sociale).
L’opera intellettuale non è mai remunerata, quando non è già gratuita (come gli articoli tecnici sul mio sito) la scusa che è troppo cara è la più ricorrente, la tesi che grazie alla diffusione si diventa famosi con vantaggi economici indotti è ormai una credenza popolare, anche la partecipazione ad un forum è vista come un mero momento pubblicitario e per questo si devono accettare gli attacchi personali e gli sberleffi.
Da questa esperienza tuttavia ne ho tratto qualche insegnamento:
La partecipazione di un imprenditore del settore a questi forum, soprattutto se ha successo mediatico e una forte personalità, scatena manifestazioni di invidia da parte dei “rosicatori” di ogni categoria ed è un grosso rischio perché mette in discussione la sua credibilità e la sua immagine.

Non sono un politico alla ricerca di consensi, sono un intellettuale della pesca subacquea che ha espresso chiaramente il suo approccio a questa disciplina con posizioni nette sulla
1. Pesca agonistica
2. Le riviste cartacee
3. La mistificazione nella informazione sulle attrezzature subacquee.
4. La ricerca nel settore della pesca subacquea.

Era inevitabile che assumendo posizioni chiare su questi argomenti mi sarei procurato molti nemici nel nostro ambiente, a questi si sono affiancati in una alleanza storica i “microdotati” della pesca le cui motivazioni di contrasto con la mia persona voglio ora approfondire:


La pesca subacquea rientra nell’attività della caccia che fin dagli albori della nostra specie ha rappresentato una delle fonti primarie di sostentamento. Per tutte le comunità di cacciatori /raccoglitori l’abilità nella caccia è stata la prima molla della selezione sessuale maschile. In una specie dove pochi maschi dominanti si riproducevano, l’invidia dei masturbatori ha lasciato segni profondi nella psiche di una buona parte dei nostri antenati, questo sentimento è giunto per via genetica fino ai nostri tempi intatto nel suo vigore emotivo.
L’uomo fondamentalmente è una specie invidiosa: scatena guerre, omicidi, rivalità insanabili per questo sentimento perverso.
Così nei forum affiora ed esplode il “rosicamento” di chi non è abile nella caccia.
Al grande cacciatore solitamente i rosicatori associano la bassa cultura: “E’ un grande cacciatore ma è anche un caprone”, è il cliché maschile della “bella ma stupida”. Quando il grande cacciatore però è anche intelligente mette in imbarazzo i masturbatori battuti anche la dove potevano avere qualche chances in chiave: selezione sessuale. Come le donne belle e intelligenti per altri versi mettono in un imbarazzo rosicante le racchie che non hanno quindi il pregio di essere almeno intelligenti.
Nei forum, inoltre, è palpabile l’invidia di chi vive lontano dal mare e non può godere come me della attività della pesca tutti giorni, di chi è schiavo dei legami della famiglia, di una moglie che non sopporta la pesca subacquea (ma quanto puzza la tua muta! Sparisci per delle ore!), di chi pesca solo con le gambe sotto la tastiera del PC, l’invidia per chi ha successo a tutto campo.
Questa invidia è abilmente ammantata dalla ipocrisia di una facciata di rispetto, di complimenti, di stima.

Il mio ingresso nel forum in questione ha alterato di fatto gli equilibri di alcuni gnomi che si erano ritagliati una posizione di prestigio nella comunità, scalzati brutalmente dal personaggio famoso e dal suo staff di grandi pescatori. Da dominanti a mezze calzette!
La mia partecipazione a questo forum per la qualità dei temi trattati, inoltre, ha scatenato l’invidia degli iscritti ad altri forum giunti a scrivere che mi ero impossessato “manu militari” di una realtà fresca e spontanea (un forum verginella), detto ad arte per far reagire lo staff dirigenziale e condizionare così la mia presenza.
Fuori da questo serraglio di rosicatori si distingue qualche individualità diversa, come nella vita quotidiana tra tanti opportunisti e abili “sgambettatori”trovi anche persone generose che ti aiutano e ti rispettano nel principio di solidarietà sempre più raro nella barbara società contemporanea.

Prevedo che: sia il moderatore “vaffanculista”, sia il provocatore diventeranno presto degli eroi della crociata antidapiran imbastita da alcuni gruppi di pescatori nella maggior parte dei forum italiani.
E’ un fenomeno culturale inquietante: una rivoluzione di nani culturali, una rivolta degli ignoranti.
Cosa servono le prove filmate del tiro in una vasca, i diagrammi delle velocità ?
Sono fiero del mio sparalucertole! Non ci vorrà certo uno Jedi per prendere un bel pesce!
Così si costruiscono con cura catture esaltanti. Internet sta diventando la platea per pescatori che si creano la fama di “grandi” con foto taroccate. Dopo aver visto ai campionati italiani assoluti pesci imbottiti di stecche di piombo, ingrassati con la pappa di riso, o portati dal “bombarolo” del posto (qualcuno ricorderà Totò tre dita?), non stupisce il fotografo/pescatore che diventa un campione con il pesce catturato di notte o dai compagni di merende.

Questo fenomeno si argina solo con gli interventi delle persone intelligenti, sia moderatori sia semplici utenti. Non si possono lasciare questi luoghi virtuali nella mani dei meschini esibizionisti o dei microdotati .
In ultima analisi un manipolo di provocatori e di bulli sta ammorbando la maggior parte dei forum italiani (fenomeno che ho potuto verificare con alcuni miei clienti stranieri non ha alcun riscontro all’estero).
Il futuro di questi social network in Italia è nelle mani dei rispettivi amministratori perché se è vero che il gossip attira il lettore e pur vero che lo allontana da un intervento attivo nel forum perché può diventare egli stesso oggetto degli attacchi.
In questi luoghi virtuali ci sono sempre più utenti che leggono soltanto e meno utenti che partecipano scrivendo.
Negli interventi si stanno alternando dei sostenitori (comportamento di tipo calcistico) per ogni produttore di attrezzatura subacquea; questo fenomeno mediatico non aiuta chi vuole formarsi una cultura specifica o semplicemente avere delle informazioni dirette e disinteressate dai veri praticanti della pesca subacquea.
Tranne rare eccezioni il dibattito resta di basso profilo e degenera spesso in velate calunnie.

Come è potuto aggregarsi questo manipolo di molestatori?
Come si aggrega il manipolo dei tifosi delle squadre di calcio!
Ritengo che il fenomeno sociale abbia molte similitudini con le distinzioni ovvie della diversità di associazione.

Nei forum si sono create diverse “figure”

1. Il “tecnico” : Ha una infarinatura di nozioni scientifiche e dalla sua mente geniale escono tutte le osservazioni più acute sulle attrezzature. Disquisisce alla pari (anzi da lezioni) ai veri esperti e offre le corrette interpretazioni a chi per lavoro ha speso anni in studi e ricerche. Naturalmente non ha titoli (un asino) ed è sempre presente in ogni forum tecnico. Non si sa dove lavora e come faccia in termini di tempo a dedicarvi tanto impegno (molti pensano che sia impiegato nella pubblica amministrazione).
2. Il “prezzolato”: Pilota il lancio dei nuovi prodotti delle aziende. Ogni nuovo prodotto passa prima attraverso la discussione nel topic proposto da questo “informatore” sempre molto documentato dalle aziende con informazioni di prima mano: “Sapete che la ditta XXX ha progettato un nuovo fucile? Cosa ne pensate?”
3. Il bullo, “grande pescatore”: Costruisce ad arte catture eccezionali di cui presenta sempre la foto di rito. Attenzione non la clip della cattura ma: la foto! Applausi…
4. Il “provocatore”. Ha il compito di attaccare sia i prodotti della concorrenza sia il titolare della azienda concorrente qualora abbia compiuto l’errore di scendere in campo in uno di questi forum (naturalmente è stato schierato da qualche azienda). Preferisce l’attacco personale perché ha scarse competenze tecniche. La strategia più comune è di attribuire ad altri l’innovazione del prodotto da attaccare, sminuire le capacità della vittima, mettere in dubbio la sua abilità a tutti i livelli.

L’interazione caotica di queste “figure” determina il dibattito e la cultura espressa da un forum perché costoro scrivono molto di più rispetto all’utente normale che nella vita: lavora , ha una famiglia e qualche volta va anche a pescare, costoro sono come il tifoso che allo stadio fa più casino!
Si crea così uno squilibrio ponderale tra gli interventi delle “figure” e quelli del semplice iscritto. Ecco che il forum in questione alla fine giunge a manipolare l’informazione sui prodotti del nostro ristretto mercato!
Non c’è un direttore, un comitato di redazione come nelle testate giornalistiche pagate da un editore che orchestra la manipolazione, ma è un rotolamento informe di interventi, di cui molti ripetuti sullo stesso tono per avere un maggior peso.
E’ il moto di un branco virtuale dove lottano per emergere i dominanti che decidono chi sbranare e con chi allearsi.

Un approfondimento particolare merita una “figura”, variante del “tecnico” analizzata in precedenza: è l’arbageppetto.
All’inizio della mia attività di imprenditore nel campo dei fucili subacquei avevo visto in questi pescatori dediti al “fai da te” il riflesso del giovane Dapiran insoddisfatto degli attrezzi presenti sul mercato e li avevo considerati con simpatia, offrendo anche suggerimenti a quelli che mi scrivevano.
Ho dovuto rivedere drasticamente questo atteggiamento.
Tranne pochi casi l’arbageppetto è un presuntuoso convinto che dietro un arbaléte dal fusto in legno ci sia solo il lavoro di pialla e di vernice.
Ho cercato in tutti questi anni di studi sugli arbalétes di mostrare come dietro questo semplice attrezzo ci siano complessi problemi idrodinamici e come le variabili che ne determinano il funzionamento siano correlate da regole fisiche non banali per lo più da indagare per via sperimentale. Il mio sito è ricco di pubblicazioni al riguardo.
Il ragionamento di questo presuntuoso è semplice: “è un pezzo di legno cosa ci vuole a farlo!”
Segue anche la convinzione che ci si possa arricchire facilmente e dal proprio “legnetto” si passa a quello per gli amici e poi all’attività illegale del dopolavoro. Pochi costituiscono una azienda reale, troppo oneroso per l’italico costume, per restare nell’ambiente subacqueo meglio un’attività sommersa.
Il luogo dove senza difficoltà ci si può far conoscere è appunto quello del forum: non costa nulla e si raggiunge una facile visibilità tra gli utenti appassionati di pesca.
Col tempo l’arbageppetto elabora anche una cultura tecnica minimale leggendo quanto di tecnico scrivono quelli che se ne intendono. Non è vera conoscenza perché la maggior parte non ha titoli e cultura scientifica, così da ignorante diventa anche arrogante!
Non potete immaginare quanti siano, di tutti i livelli, che immancabilmente si rapportano con me e con la mia attività di ricerca: dai più umili che chiedono semplici consigli (che di solito dispenso quando l’approccio è educato) ai più arroganti che pretendono di discutere con me alla pari di questioni tecniche.
Discutereste con il vostro medico curante la sua diagnosi? “ Ma no! La fitta al duodeno è perché ho mangiato carciofi, quella macchia nella radiografia è il nocciolo di pesca che ho inghiottito per sbaglio!”
Sono “praticoni” che si mettono a fare i professori, nella migliore delle ipotesi: tecnici odontoiatrici che fanno i dentisti.
Il rischio peggiore è spiegar loro qualcosa: è quello che vogliono, farti uscire dalla tana per confrontarsi alla pari, finalmente duellare. Quante volte hanno sognato questo momento: poterne dire quattro a quel “cazzone” del Maestro.
Il forum è l’ambiente ideale per mettersi in mostra, meglio se possono misurarsi con un degno rivale e se non c’è, o questo non li considera minimamente, con la sua immagine virtuale.
Quindi battutine correlate dalle solite faccine, l’ammiccamento o “quote”, come si usa dire nei forum, dei sostenitori che si sono costruiti ad arte in questi luoghi virtuali.
E’ una versione moderna del “Re è nudo” che fa gossip, fa divertire il pubblico virtuale dei forum, ma squalifica il dibattito, allontana le persone intelligenti.
Mi stupivo sempre del successo di certe trasmissioni televisive spazzatura, ora capisco di più questo fenomeno: il pubblico ha bisogno di ridere, di vedere la gente che si scanna magari verbalmente ma se ci esce qualche cazzotto è meglio, ha bisogno di vedere chi è intelligente smerdato e abbassato al loro livello!
Se avete bisogno di questo, anche se siete miei clienti, questo forum non fa per voi, gli arbageppetti presuntuosi fanno solo perdere tempo a chi vuole approfondire le nuove tecniche e le nuove tecnologie e in questa nuova realtà interattiva non avrà il minimo spazio.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#52
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
di sicuro chi ti ha provocato sul tema della pirateria audiovisiva, non sa nè i costi di produzione, ne tantomeno, come e in che modo bisogna gestire un'azienda.
le cose sono due: o era interessato a guardarlo, scaricandolo gratis tramite internet; o lo avrebbe voluto fare lui ma purtroppo si vede che non nè ha le capacità.
Mentre per quanto riguarda gli arbageppetti, non ho parole, sai io sono un perito balistico, nonch'è anche un armaiolo, e quando si parla di balistica qualcosa credo di riuscire a capire.
Personalmente ho letto molte riviste in merito agli "arba", con elencate tutte le caratteristiche di ognuno, ma proprio ieri, leggendo pescare apnea, ho notato che verso le ultime pagine c'erano elencati tutti i tipi di fucili subacquei, con tutte le marche, ma gli unici che mancavano sono proprio i prodotti Dapiran, da li ho capito che il Sig. Dapiran da molto fastidio alle aziende, in quanto a mio avviso è un passo avanti rispetto agli altri.
piskuano
Sado Maso
Messaggi: 1
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#53
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Non voglio commentare ulteriormente l'esito di una avventura che avevo intrapreso con il tuo staff tecnico con grande entusiasmo e che, invece, alla luce dei vari eventi si è rivelata una grossa delusione.
I forum sono uno spaccato dei costumi sociali in cui troviamo tutte le "maschere" tipiche di questa commedia che è la vita. Ad esse sono quindi legati personaggi positivi e negativi. La pesca in apnea, però, sembra agitata da invidie, rancori, rosicamenti quasi inspiegabili da cui tutti, presi nel turbine della piazza virtuale, ci facciamo influenzare.

Sinceramente, adesso, non saprei quantificare qualitativamente e quantitativamente la mia partecipazione in questo forum. Anche per via di vicissitudini personali che non mi rendono semplice guardare con ottimismo al futuro. Certo mi piacerebbe ricominciare con le stesse premesse e promesse con cui ho iniziato la mia prima avventura.

Per questo chiedo al maestro di chiarire i progetti e gli scopi di questo forum. Vorrei tornare a guardare al futuro.

Ciao
Mario
ArbaArba

L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#54
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Bhe che dire.... intanto saluto il Maestro Giorgio e tutto lo staff.... i suoi articoli sono sempre pungenti... come darle torto, quando si pronuncia il suo cognome molti personaggi di questo ambiente sono pronti alla guerra contro di Lei.... poveretti....
Io adoro il mare, e tutte le sensazioni che mi sa dare, sono un cacciatore sub per natura... spero che in questo forum si parli solo di questo mondo fatto di etologia, e dello studio delle attrezzature inteso ad ampio sprettro...
La politica, e l'arte discriminatoria non mi interessa, la lascio a chi ha tempo da perdere......

Ciao... Francesco....
Draken
Saber 90
Messaggi: 98
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio kronos1972@hotmail.it Località: Vigasio (VR) Compleanno: 12/16
I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri.
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#55
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
La nascita di questo forum è conseguente alla mia “svolta” come imprenditore (ristrutturazione delle attività della azienda con il taglio della attività videografica) e alla esperienza della partecipazione al forum pescasubacquea.net, contraddistinta da aspetti e momenti positivi ed alcuni negativi dei quali è opportuno fare una analisi se vogliamo che la nascita della comunità di pescatori subacquei che fa riferimento a questo nuovo forum nel mio sito non cada nelle stesse contraddizioni.
Aspetti positivi:
Nonostante abbia molti clienti che mi scrivono indirizzando Email a info@dapiran.it il contatto allargato ai molti pescasub che hanno scelto di scambiarsi informazioni e pareri in un forum, ha riacceso il mio entusiasmo per il confronto e la condivisione del sapere e delle conoscenze riguardo una disciplina, la pescasubacquea, e le sue attrezzature che ha ricevuto per molti anni, dalle riviste del settore, una presentazione poco culturale e molto legata alla attività agonistica che ne ha limitato la crescita e lo sviluppo, con uno sbilanciamento vergognoso nel presentare solo prodotti e attività delle aziende che comprano la pagine pubblicitarie di queste riviste.
Il forum oltre a contrapporre i valori etici della pesca subacquea come disciplina per tutti, a quelli della pesca subacquea presentata come confronto agonistico, offre l’opportunità ai praticanti di conoscersi ed eventualmente incontrarsi, come è avvenuto in occasione del recente meeting di Olbia, di avere informazioni su zone di pesca sconosciute, di programmare viaggi ed in generale di ampliare le proprie conoscenze.
Il forum, in questa chiave, è uno strumento di vera informazione e progresso culturale.
Aspetti negativi:
Come ogni mezzo di informazione, i forum sono strumento di potere e di manipolazione della informazione (un “quarto potere”) e per questa ragione sono stati e sono tuttora, oggetto di una colonizzazione da parte delle ditte del settore, dalle più grandi alle più piccole comprese quelle che operano illegalmente.
Lo staff della maggior parte dei forum in base a regolamenti autocratici e con interveti mirati pilotano gli indici di gradimento espressi dagli utenti del forum anche dove non è dichiarata la presenza di uno sponsor. Iscritti prezzolati (pescano poco ma scrivono molto) cercano di creare interesse sui prodotti di alcune specifiche aziende (si potrebbe definire una nuova professione), attaccando poi le produzioni delle ditte concorrenti.
Non è un gioco al massacro: tutti contro tutti, ma alleanze tra aziende determinano cartelli all’interno dei quali si stabilisce come stroncare il concorrente scomodo per le aziende del cartello (di solito più piccolo per fatturato).
Un esempio: l’ing. *** su un forum parla degli arbalétes presenti sul mercato, sono citati tutti anche quelli delle ditte illegali che producono senza avere depositato una partita IVA, non si citano però gli Jedi di mia produzione, gli unici ad essere stati progettati e testati con uno studio scientifico rigoroso e che si collocano come prestazioni balistiche ai vertici del mercato.
Ciò avviene sotto gli occhi di tutti, ma nessuno si scandalizza.
Succedono cose ben più gravi nel nostro paese: la manipolazione della informazione coinvolge i vertici della nostra società e gli intrallazzi esistenti sono evidenti anche in molte sentenze della Magistratura, ma l’assuefazione al mal costume, alla violazione della concorrenza leale rende invisibili queste violazioni veniali ad una corretta informazione.
A questo primario aspetto negativo della vita dei forum se ne aggiungono altri, secondari per importanza tuttavia ugualmente fastidiosi per l’utente che vuole trovare nelle sue pagine informazioni corrette e nuove conoscenze, uno di questi è : il bullismo.
In sostanza l’attività di iscritti che vantano conoscenze, abilità che non hanno, sono millantatori nascosti dietro un nikname ( a volte anche più di uno) che per puro narcisismo o per calcolo (ambiscono di assurgere al ruolo di prezzolato ufficiale di qualche azienda) martellano insistentemente gli altri utenti con le loro tesi fino ad avvelenare il “topic”, ovvero l’argomento in discussione.
In genere sono pescatori della domenica il cui principale obiettivo è di costruirsi una immagine di persone competenti.
Il bullismo nei forum si manifesta anche nell’attacco e la velata denigrazione di chi è più esperto e sicuramente più abile nella pesca e fa scadere di qualità la discussione come in certe trasmissioni televisive (televisione spazzatura), impostate sulla rissa dei partecipanti .

Questi aspetti negativi nell’avvicendarsi degli interventi vengono “moderati” dallo staff del forum ed hanno tanto più efficacia quanto più disinteressata è la partecipazione dei componenti dello staff, la loro esperienza in questo tipo di gestione e la loro cultura.
Saper prevenire l’attacco di un provocatore prezzolato o di un bullo è fondamentale per la fruibilità e la funzionalità di un forum anche quando si incontrano utenti che si esprimono in maniera confusa e disarticolata ai quali va chiesta maggior sintesi e chiarezza nello scritto.
Un forum mal gestito è anche poco “partecipato”: gli iscritti alla fine si stancano di leggere e di intervenire e scadono nel “cazzeggio”, ovvero lo scambio di battute senza alcun contenuto culturale .

Essendo interessato a portare avanti solo un forum di qualità ho stilato delle regole che dovrebbero prevenire l’instaurarsi delle situazioni negative sopra citate.

1. Non avendo intenzione di trasmettere le mie conoscenze a p.sub che in questi anni non hanno riconosciuto e premiato il mio ruolo progettuale e culturale nel settore, restringo l’uso del forum Dapiran ai soli clienti dei miei prodotti. Non mi interessa arricchire le conoscenze dei miei detrattori e soprattutto delle ditte concorrenti che in questi anni si sono servite delle mie ricerche per migliorare la loro produzione.
2. L’accesso all’area riservata sarà tolto ai clienti che non avranno rispettato le regole di riservatezza e correttezza insite in quest’area.
3. Nell’area riservata saranno pubblicati i miei articoli tecnici (attrezzature e tecniche di pesca) che prima erano di visibilità pubblica. Resterà disponibile per tutti solo la parte strettamente commerciale degli articoli tecnico/commerciali. La mia cultura ed esperienza nel settore solo per chi l’apprezza veramente non per chi la denigra.
4. Voglio mettere in contatto tra loro i miei numerosi fans, coloro che si identificano nella mia filosofia di pesca e di progetto, voglio coagulare quella che, personalmente, ritengo la parte buona del settore della pesca subacquea, quella che si pone nella prospettiva dell’etica del prelievo sostenibile, fuori da ogni esibizionismo sulle squame di un animale che è si, il nostro cibo ma va rispettato e onorato come tale.


Non mi interessa il numero degli iscritti, ne di far sorgere una numerosa e sgangherata tribù di ammazza pesci assetati di sangue, parto dall’obiettivo del “pochi ma buoni” che si distinguono per la correttezza degli interventi, per la cultura del rispetto reale (non solo formale) degli altri pescatori.
Sarà veramente difficile spurgare il rapporto tra i cacciatori dall’invidia reciproca. Lo pongo come obiettivo finale del mio lavoro in questo forum e del lavoro dei nuovi collaboratori in questa esperienza.
Deve essere chiaro che questo forum è privato e i servizi interattivi sono a disposizione dei soli utenti iscritti che ne hanno diritto, ovvero, solo i clienti della ditta Dapiran a insindacabile giudizio del suo staff dirigente .

Lo staff del forum non è quello che si era costituito nell’esperienza precedente nell’area scientifica, sono nuovi collaboratori cui è demandato un ruolo importante perché questo forum sarà caratterizzato dalla mia presenza, dai miei interventi e dalle mie pubblicazioni e dovranno vigilare sul corretto scambio di opinioni dei vari utenti.
Giodap
Giorgio Dapiran
Administrator
Messaggi: 9549
graph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente


Funzione psicologica della caccia subacquea

Occupare il proprio tempo libero nel procurarsi il cibo riavvicina l’uomo alle occupazioni esistenziali primitive che hanno determinato lo sviluppo della sua psiche.
E’ un momento di ri-appropriazione delle funzioni esistenziali primarie, di superamento dell’alienazione che caratterizza le moderne popolazioni urbanizzate
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#58
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Ciao Giorgio e un saluto a tutti gli amici che frequentano questo nuovo forum.
Avendo già abbondantemente parlato di questa brutta piega che molti forum ormai hanno preso, credo che l'impegno di tutti a rispettare quelle regole di cui parli mi pare lo sforzo minimo da fare per poter godere di un "punto di ritrovo" virtuale altamente istruttivo e stimolante.
Personalmente ho sempre avuto un rapporto conflittuale di amore-odio per questo strumento.
In passato ho partecipato alla prima Mailing list in cui c'eri anche tu; quella da cui sono poi nati diversi siti oggi famosi.
Ma dopo pochissimo tempo , dopo le prime positive esperienze di discussione e scambio di opinioni mi sono trovato a scontrarmi con personaggi insospettabili che avevano deciso chi poteva essere introdotto nella cerchia degli"amici" e chi invece doveva essere espulso.
La mia consolazione è stata quella di veder passare i loro cadaveri sul fiume, dove sedevo paziente.
L'amarezza è stata quella di dover abbandonare tali forum per una sensazione di vero e proprio malessere fisico....

Credo che riuscire a scambiare delle esperienze,a porci dei quesiti sulla nostra principale passione sia la cosa che moltissimi aspettavano....anche se sono pronto a scommettere che un forum dove non ci si accapigli e non ci insulta ad ogni piè sospinto sia tutto sommato meno appetibile per una certa massa di caciaroni che spesso sono in azione altrove.
In pratica la serenità e la serietà con cui si affronteranno certi argomenti sarà di per sè un deterrente per chi usa i forum, i blog per sfogare certi bassi istinti....

Un grande "in bocca al lupo" per questa avventura a te e a chi ti aiuterà nel lavoro.

Ciao e a presto.
Gianni Boi.

P.S. credo che passerò a breve per fare una chiacchierata sul nuovo "settaggio" del mio Medi.
Gianni
Saber 110
Messaggi: 501
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#61
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
certo che ne hai di pazienza ............. se ci e' voluto tutto questo per farti in@@azzare! a qualcun'altro ne sarebbe bastata la meta'!
pero' la parte del masturbatore microdotato e bellissima,
il lato hard della cacciasub.
Giorgio sei un grande!
San
I Sicily - Love Sicily - Sicily Sicily!
Saber 110
Messaggi: 681
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio Località: Sicily Compleanno: 03/06
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#62
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Purtroppo lo scenario descritto da Giorgio riguardo ai forum è reale e l'ho potuto constatare personalmente. Se può consolarvi non è un fenomeno limitato alla caccia, anche se ammetterete che i pescatori hanno una psicologia così contorta che bisogna farne parte per capirla. Cosa hai preso? "Niente... solo un paio di triglie" - Dove sei andato? "li vicino la costa, acanto a quello scoglio"
Sarà l'invidia, sarà la gelosia, spesso mixata bene con tanta ignoranza. Non c'è poi tanto da stupirsi se nei forum finisce così, nella vita reale l'ipocrisia la fa da padrona.
Per questi e tanti altri motivi avevo abbandonato i forum da tempo c'è voluto il maestro per farmi riavvicinare, anche se con cautela.
Comunque, adesso basta con la polemica, sono convinto che su questo forum è fuori dal mucchio come tutti i prodotti Dapiran del resto!
Grazie Giorgio per non esseri arreso dinnanzi a così tanta ignoranza!
Sono pronto a far parte della ciurma,
Tonino
k_mallok

L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#71
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Se da una parte i forum possono essere dannosi, dall'altra hanno dei lati positivi quest'ultimi dobbiamo preservarli affinchè siano necessari, come dice Giorgio, per seguire una linea basata sul rispetto reciproco e sulla volontà e passione di acquisire un certo bagaglio culturare (in materia di Caccia Subacquea e di Attrezzature).
Son convinto che i denigratori e i provocatori non abbiano spazio qua dentro, e se ciò dovesse accadere dureranno pochi secondi; questa nostra filosofia in armonia col mare e con noi stessi, non deve essere alterata in alcun modo.

Ora mettiamo una bella pietra sul passato e guardiamo al futuro di questo Forum.
Un auguro da parte mia va a Giorgio, Giovanna, tutto lo staff e tuttu gli utenti appassionati!!!

Angelo
Lupus82
Angelo Stara
Saber 110
Messaggi: 815
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio dapirangelo@hotmail.it Località: Cagliari Compleanno: 03/03
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
#137
Re:vecchie e nuove esperienze 12 Anni, 10 Mesi fa  
Non posso che augurarmi che questo sia davvero un forum diverso, estraneo a commenti spesso spropositati ad occhio ingenuo, ma con chiari secondi fini noti a chi è addentrato da anche solo un paio d'anni nei vari forum!
aledec88
Mini Jedi
Messaggi: 47
graphgraph
Utente Offline Premere per visualizzare il Profilo di questo Utente
Sesso: Maschio aledec88@yahoo.it Compleanno: 11/13
Alessio De Carne

aledec88@yahoo.it
L'Amministratore ha disattivato l'accesso in scrittura al pubblico.
 
Vai a inizio paginaPagina: 1
Moderatori: Giodap, Giospyren