Area Riservata

ULTIME NOVITA'
Scritto da Giorgio Dapiran   
Martedì 14 Agosto 2012 20:10

Ultime novità

 

Abbiamo raggruppato in questa presentazione gli ultimi prodotti messi in vendita in questo ultimo mese:

·         New Super Jedi

·         Meccanismo di sgancio a rullino

·         Archetto tessile corto con astine in delrin®

Analizziamoli in dettaglio:

 

 NEW SUPERJEDI

 

La ri-proposizione del noto modello della serie Jedi ha diverse connotazioni:

  1. La prima riguarda il periodo economico che stiamo vivendo in Europa e nel bacino del Mediterraneo: una profonda crisi che riduce il budget per la pesca subacquea. Rispetto alla tendenza tenuta per i modelli Saber (coperti da tre brevetti, uno sul fucile, uno sull’archetto ed uno sul gancetto dell’asta), ho voluto tenere nel mio catalogo un fucile dal prezzo contenuto senza i miglioramenti tecnologici dei Saber che hanno un alto costo di realizzazione. L’efficacia del Superjedi è stata documentata in quasi tutti i video della serie “agguato profondo” ed “aspetto dinamico al dentice”, non è affatto un arbaléte obsoleto avendo una gittata utile superiore ai 5 m dalla punta del fucile anche su pesci di buona taglia.

Monta il mulinello economico con braccetto, ottenuto di stampo, un’asta senza gancetto lunga 140 cm ed archetto in dyneema esattamente  come il primo Superjedi doppio foro.

  1. Ho voluto dare un nuovo look ad un arbaléte di successo con una lavorazione superficiale che ricorda quella dei modelli Saber: una superficie graffiata, simil-grezza, nella quale è inciso il nome della ditta e del modello.                             
  2. Ho incassato gli elastici nella testata e nel fusto del fucile per ridurre i loro ingombri laterali avvantaggiando il brandeggio e riducendo le resistenze idrodinamiche nella loro contrazione. Il tiro in vasca ha evidenziato una minor turbolenza in coda agli archetti ed una conseguente maggior velocità di lancio dell’asta.           
  3. La massa inerziale del fusto è rimasta inalterata, mentre il fucile monta il nuovo poggiasterno della serie Saber.

 

In sostanza, propongo un fucile di prestigio completamente rinnovato ad un  prezzo sotto i 500 euro. Può sembrare un prezzo ancora alto ma ricordo che tutta la componentistica metallica è in acciaio AISI 316 tagliata al laser, il fusto è in Mogano Sapelli, i fucili continuano ad essere assemblati e bilanciati personalmente da me, e l’assistenza è sempre quella di un fucile della ditta Dapiran.

 

La concorrenza sta copiando tutto dai miei prodotti: dall’impugnatura con l’appoggio del pollice, all’elsa a forma di virgola in lamiera d’acciaio, alle aste con i pernetti che ricordo sono stati introdotti da me all’inizio degli anni 2000, alla scelta del tipo d’essenza usata per il fusto.

I miei arbalétes fanno tendenza ed in tutti i fucili in legno messi in commercio si ritrova qualcosa del mio progetto, ma solo il Superjedi è L’ORIGINALE !

 

Informazioni commerciali: il prezzo di vendita è di euro 480,00 e comprende: asta senza gancetto, elastici con archetti in dyneema e mulinello base con braccetto SENZA dyneema®.

Tutti i prezzi si intendono senza spese di spedizione.

 

 

 

MECCANISMO DI SGANCIO A RULLINO

 

Questo nuovo meccanismo di sgancio che ho già presentato qualche mese fa, dopo un accurato collaudo è ora disponibile alla vendita.

Riassumo le caratteristiche fondamentali dello sgancio a rullino:

1.      Il primo e fondamentale vantaggio è dovuto alla conversione dell’attrito radente tra dente di aggancio e grilletto, all’attrito volvente tra questi due organi meccanici nella fase di sgancio. Come ho illustrato in articolo precedente, l’attrito volvente è minore rispetto all’attrito radente, in alcuni casi anche di un di un fattore 10 (non è il caso però del mio nuovo meccanismo). Ne risulta uno sgancio molto più “dolce” e rapido anche in arbalétes “potenti” con grandi trazioni sull’asta. 


 

2.      Il rullino è realizzato in titanio grado 5 (il più duro) per garantire una indeformabilità del rullino (che si è verificata nel collaudo del pezzo). Ha un grande raggio di curvatura (diametro 8 mm) per cui ho ridotto ulteriormente il coefficiente d’attrito volvente (rispetto ai primi rullini i collaudo di 4/5 mm di diametro). La scelta di un materiale diverso tra rullino e grilletto riduce la corrosione galvanica, già bassa per il grilletto in acciaio AISI 316.  Consiglio comunque di non tenere l’asta inserita del meccanismo di sgancio quando si ripone l’arbaléte e di tirare il grilletto in modo che il rullino non resti a contatto del grilletto.

 

3.      Finalmente posso proporre un grilletto in acciaio inossidabile al posto di quello in Delrin® e prima ancora Polizene. La storia del primo meccanismo di sgancio è riassunta in un articolo del 2003 che purtroppo mi avevano fatto escludere l’uso del grilletto in acciaio. Ora al contrario posso contare su un materiale nobile per questo organo così importante nel meccanismo di sgancio di un arbaléte. Per quanto l’usura del grilletto in Delrin sia risultata molto bassa (al punto che ho dovuto sostituire solo due o tre grilletti su miglia di fucili venduti, dopo 10 anni di produzione), il grilletto in acciaio AISI 316 rappresenta il massimo che può offrire un produttore di fucili subacquei!

4.      Riassumendo il meccanismo a rullino necessita per lo sgancio di un minor sforzo di trazione del dito indice, quindi sotto i 2.5 Kgp del meccanismo precedente. La corsa del grilletto per lo sgancio è più lunga di qualche millimetro al punto che ho dovuto modificare l’asola dell’elsa del grilletto che ora è aperta, ma non si percepisce nell’uso.

 

Il meccanismo a rullino è in uso già da diversi mesi in un gruppo scelto di miei clienti che hanno potuto constatare la migliore sensibilità nello sgancio dell’asta. 

 

Il vecchio meccanismo ha rappresentato una grande sicurezza e affidabilità dei miei arbalétes e continuerà a farlo perché il nuovo meccanismo a rullino sarà venduto come optional all’atto dell’acquisto del fucile con un sovrapprezzo di 20 euro. Di serie, perciò, non sarà montato su nessun fucile (cosa che avrebbe fatto levitare gli attuali prezzi …).

Considerate questo nuovo prodotto una evoluzione tecnologica, tuttavia, non fondamentale nell’efficacia del funzionamento del fucile, come lo è stato l’introduzione delle pulegge e dei modelli Saber rispetto ai modelli Jedi, e tutte le novità che sono state presentate successivamente.

La dimostrazione è che molti pescatori continuano ad usare con piena soddisfazione il Medijedi  o i fucili monoelastico di prima generazione, segno che il progetto era stato ben impostato fin dall’inizio.

Anche contro il mio interesse di imprenditore, non voglio spingere la mia clientela al consumismo verso i nuovi prodotti tecnologicamente più avanzati: conservate con cura il vostro Jedi, con una manutenzione  regolare, è tutt’ora un arbaléte competitivo sul mercato!

 

Informazioni commerciali: il prezzo di vendita è di euro 78,00 e la confezione comprende: scatola di scatto (inox A4) con rullino (titanio), elsa paragrilletto (inox A4) e 4 viti inox A4.

Al momento dell’acquisto di un arbaléte si può chiedere il cambio del meccanismo di sgancio di serie con il nuovo modello a rullino con una differenza di prezzo di euro 20,00 (nello shop on line è prevista questa possibile variazione)

Tutti i prezzi si intendono senza spese di spedizione.

 

 

 

 Archetto corto in Delrin®


Il successo che ha ottenuto il mio archetto brevettato in dyneema® con astine guida, prima ricavate in lega di alluminio anodizzata, successivamente in titanio, mi ha spinto a progettare e produrre  una nuova astina in materiale plastico per ridurre i costi delle astine in titanio e per ovviare alla difficoltà di reperimento sul mercato di questo materiale così gradevole alla vista e ben azzeccato sui fucili subacquei per le sue caratteristiche anticorrosive in ambiente marino.

Astine alluminio anodizzato            Astine in titanio                         Astine in delrin®

 

Anche questo nuovo archetto è passato sotto le forche caudine del mio collaudo subendo successive modifiche.

Per la cronaca è stato il primo materiale che ho impiegato quando ho progettato questo archetto.

Le caratteristiche principali:

1.      Le astine sono  più corte di quelle metalliche (36 cm anziché 50 cm), si impugnano ugualmente bene per guidare l’aggancio dell’archetto vero e proprio in dyneema®. Hanno un foro di inserimento del dyneema® da 2.5 mm quindi l’operazione di montaggio dell’archetto è molto facile con filo da 2 mm.

2.      L’archetto è più “leggero” di quello corrispondente con astine metalliche, ne consegue una minor energia spesa per accelerare il nuovo archetto, che ha l’unico difetto di avere un maggior ingombro e quindi maggiori resistenze idrodinamiche nell’avanzamento. Devo aggiungere però che non ho rilevato alcuna variazione nelle velocità di lancio dell’asta , segno che i vantaggi e gli svantaggi si compensano.

3.      Costa meno di quello con astine metalliche

4.      E’ più facile slegare il dyneema® perché la parte troncoconica dell’astina spingendo il filo in dyneema®  porta  il nodo “bandiera” su diametri più piccoli favorendo lo scioglimento del nodo.

Ritengo sia particolarmente indicato sugli elastici dei segmenti corti dei miei arbalétes dove si tende a non abbondare nella lunghezza degli archetti.

 

Informazioni commerciali: il prezzo di vendita è di euro 12,00 completo come in foto

Al momento dell’acquisto di elastici di ricambio si può scegliere quale archetto si desidera (nello shop on line è prevista questa scelta).     

Il prezzo di un elastico completo con archetti in delrin® è di euro 22,00

Tutti i prezzi si intendono senza spese di spedizione.