Saber 80 - presentazione                                    

 


Scrivo questa presaber interosentazione con un ritardo di diversi mesi rispetto alla messa in commercio del primo Saber 80.

La ragione principale di questo ritardo è l'aver atteso di pubblicare uno studio balistico completo su questo segmento di arbaléte risultante dalle prove in vasca iniziate in tarda estate-autunno, si stavano completando nella stagione fredda in condizioni di bassa luminosità per le riprese filmate e di condizioni meteorologiche proibitive, ma non sono riuscito a terminarle.

La ragione secondaria riguarda l'aver già presentato questo arbaléte sul mio forum.

La funzione del forum Dapiran è sempre più importante nella presentazione dei nuovi prodotti, per il dibattito da parte dei clienti che raccontano le loro impressioni nell'uso, le personali prove di tiro, in alcuni casi con la proiezione di clips molto interessanti al di là della cattura, per il resoconto che le accompagna.

Ferma restando la caratteristica tecnica "ufficiale" che ha la presentazione del prodotto su questo sito.

Invito perciò il pescatore subacqueo interessato a questo prodotto di seguire le discussioni in merito ai vari segmenti di arbaléte che sono visibili, nella sezione "fucili" (ricordo che il forum è della ditta Dapiran, la lettura è libera mentre per scrivere è necessario essere già clienti di pinne o fucili).

Il Saber 80 sancisce la messa fuori produzione del Mini Jedi e segue il trend iniziato con il Saber 90 di estendere il modello Saber anche nei segmenti corti, (è già uscito in commercio infatti anche il Saber 65 di cui seguirà a breve la presentazione).

 

 

Nella comparazione con il Mini Jedi, modello molto conosciuto lanciato nell'anno 2004, il Saber 80 ha un fusto leggermente più lungo (il Mini era infatti un arbaléte '75) ma lancia la stessa asta lunga 110 cm

La lunghezza del fucile fuori tutto senza asta è di 106 cm, completo di asta arriviamo a 125 cm, con un peso di 2 kg circa completo di asta e 1.7 kg circa senza asta.

Può stupire il peso consistente a terra del fucile che non va confuso con quello che si percepisce in acqua (dove il volume del fucile subisce la spinta di Archimede).

E' volutamente più tozzo come sagoma rispetto ai modelli più lunghi perché tenendo conto del ridotto rinculo del modello Saber ho cercato di installare una potenza di lancio dell'asta maggiore. Come avete ormai imparato a questo incremento di potenza corrisponde un maggior rinculo che va contenuto con una maggiore massa del fusto.

Una breve nota: perché aumentando la potenza di un arbaléte bisogna aumentare la massa del fusto?

Applicando il principio della conservazione della quantità di moto al sistema fucile+asta prima e dopo il tiro nell'istante che l'asta abbandona il fucile, trascurando le resistenze che non interessano questo approfondimento, avremo che :

Massa asta x velocità dell'asta = massa del fucile x velocità di rinculo

Se ne deduce che volendo ridurre la velocità di rinculo del fucile a parità delle caratteristiche geometriche dell'asta lanciata, quando si incrementa la sua velocità come conseguenza di una maggiore spinta di lancio, dobbiamo necessariamente aumentare la massa del fusto.

Per queste ragioni tecniche, nel rapporto con il Mini Jedi, il Saber 80 risulta di poco più potente raggiungendo l'obiettivo di avere un attrezzo dalle grandi prestazioni soprattutto nella pesca invernale in acque torbide.

La massima gittata utile tuttavia non è aumentata come si potrebbe credere e resta di 3.5 m, ma è aumentata la velocità di impatto sul bersaglio.

Si può armare il fucile sia con due elastici Primeline con allungamento percentuale al 300%, sia con una nuova configurazione che ha dato buoni risultati anche nel Saber 100, ovvero un elastico di diametro maggiore (S 45) alloggiato sulla seconda puleggia a partire dalla punta del fucile, da agganciare all'ultima pinnetta ed un elastico di diametro minore alloggiato sulla prima puleggia da agganciare sulle pinnette avanzate dell'asta.

Tutto dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere perché è inutile potenziare un arbaléte se le condizioni d'impiego sono in acque torbide dove le prede si raggiungono con tiri ravvicinati.

Il pregio di questo segmento di arbaléte è infatti il brandeggio.

Ho voluto inserire ugualmente la clip del tiro in vasca anche se è stata realizzata con elastici Primeline allungati al 280 % , quindi non con quelli con il quale viene armato attualmente l'arbaléte, in modo che il pescatore interessato si renda conto, approssimativamente, della balistica di questo segmento corto che non è certo quella del Saber Shot (tanto per fare un esempio).

Più il segmento si accorcia meno preciso diventa l'arbaléte aumentando la distanza del bersaglio, meno veloce è l'eiezione dell'asta (per ragioni fluidodinamiche che spiegherò in un articolo specifico sull'argomento).

E' un arbaléte dal tiro istintivo molto rapido perché è stato migliorato il brandeggio in tutte le direzioni, è particolarmente indicato per l'agguato nel basso fondo con gittata utile dell'asta di 3/3.5 m. L'asta raggiunge gittate maggiori ma sulle quali non posso garantire la precisione per le ragioni che ho già espresso. Per queste ultime considerazioni non reputo il Saber 80 un arbaléte da pesca all'aspetto a meno che non si eserciti nelle acque torbide dove prevalgono i tiri a meno di tre metri dalla punta del fucile.